A Belpasso le “Spaccate” dei Carri di Santa Lucia | IL PROGRAMMA :ilSicilia.it
Catania

L'evento si concluderà il 6 agosto

A Belpasso le “Spaccate” dei Carri di Santa Lucia | IL PROGRAMMA

3 Agosto 2019

Il nostro viaggio fa tappa a Belpasso (CT) in cui, fino al 6 agosto, prendono il via le “Spaccatedei Carri in occasione dei festeggiamenti patronali estivi del “Patrocinio di S. Lucia”.

Belpasso

Le celebrazioni del patrocinio ricordano gli avvenimenti del 6 Agosto 1943, durante la seconda guerra mondiale, quando un carro armato panzer “tigre”, posto dai tedeschi in paese, alla 4ª Traversa, per iniziare la battaglia, si inceppò permettendo agli inglesi di entrare a Belpasso evitando scontri a fuoco. In questo fatto i belpassesi lessero un segno della protezione della Santa Patrona sulla città. Prima di penetrare nell’evento, qualche curiosità su Belpasso.

Curiosità
La cittadina ha dato i natali a Nino Martoglio, unanimemente considerato il maggiore commediografo dialettale della scuola siciliana, che vi nacque nel 1870, trascorrendovi l’infanzia e la giovinezza. Trasferitosi a Catania, la sua arte, grazie anche alle memorabili interpretazioni di Angelo Musco, varcò i confini cittadini e siciliani, consentendogli d’affermarsi in tutto il mondo. Eminenti studiosi hanno rintracciato, però, nelle sue opere, numerosi richiami a Belpasso con analogie evidenti a luoghi reali come, ad esempio, il vecchio “Club progressista”, che Martoglio tratteggiò nel suo “casino di civile adunanza”, per la commedia “L’aria del continente”; mentre il baccanale mondo della vendemmia belpassese è riproposto in “Annata ricca, massaru cuntentu”.

Una caratteristica della cittadina sta nei grigi deserti di sciara dove affiora timidamente la ginestra, nella lunghissima via Roma, interamente lastricata con le “basule puntiàte“, nelle rifiniture dei caseggiati vecchi e nuovi e delle chiese, nella varietà dei pregiati prodotti artigianali. A Belpasso la pietra lavica, l’oro grigio, è protagonista, oggi come nell’Ottocento, quando veniva estratta dalle cave presenti numerose nel territorio e lavorata con perizia dai maestri scalpellini. Negli ultimi anni sono nate delle iniziative che puntano ad una maggiore valorizzazione del prodotto, anche in vista di una sua diffusione su mercati internazionali e tra queste: l’istituzione di un marchio Doc, (denominazione d’origine controllata), per il basalto dell’Etna e l’istituzione (già avviata) di un Centro ricerche che fornisca coordinamento agli operatori del settore e supporto scientifico per la qualificazione del prodotto.

Passando alle tradizioni culinarie, squisiti i biscotti di mandorla profumati alla vaniglia, torroncini morbidi, notissimi nella formula del cavalier Condorelli, che proprio a Belpasso ha avviato la sua rinomata attività, oggi proseguita dai figli, gelati alla frutta, granite di mandorla, caffè, limone che si possono trovare nei numerosi bar del centro.

Le Spaccate dei Carri di Santa Lucia
Ritornando ai festeggiamenti patronali estivi in onore di Santa Lucia, sono organizzati dalla Fondazione Carri di S. Lucia presieduta da Antonino Girgenti e dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Motta.

IL PROGRAMMA

Belpasso

Venerdì 2 agosto

Alle 20, Conferenza: “I Carri di S. Lucia tra Arte e Scienza nel 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci. Nel corso dell’incontro, moderato da Gianni De Luca, responsabile del settore Cultura del Comune di Belpasso, sono intervenuti diversi illustri relatori: il prof. Luigi Fortuna; la dott.ssa Maria Gabriella Capizzi; il prof. Paolo Giansiracusa; la prof.ssa Lucia Trigilia. Presente, oltre all’amministrazione belpassese, anche la deputazione belpassese all’Ars con gli onorevoli Gianina Ciancio, Alfio Papale e Giuseppe Zitelli. Nel corso della serata il giovane Alfio Platania ha donato alla Fondazione una poesia sui “Carri di S. Lucia”, mentre la dott.ssa Antonella Di Maggio ha consegnato un articolo giornalistico sui Carri del prof. Riccardo Di Maggio, pubblicato nel 1952.

Sabato 3 agosto

Alle 21, in Piazza Duomo, sono in programma le “spaccate” dei carri dei quartieri S. Rocco e Purgatorio.

Domenica 4 agosto

Alle 19, solenne celebrazione eucaristica all’aperto sul sagrato del duomo belpassese presieduta da S.E. Mons. Giuseppe Squillaci nuovo vescovo di Lamezia terme ed ex rettore del seminario arcivescovile di Catania, seguita dalla processione con lo storico simulacro di Santa Lucia, che giungerà sino al Comune per poi fare rientro in Chiesa Madre.

Alle 21, apertura dei carri Matrice e Borello.

Martedì 6 Agosto

Alle 21 in piazza Sant’Antonio invece, sarà la volta delle esibizioni dei giovani cantanti del quartiere S. Antonio, nell’omonima piazza cittadina e “spaccata” del Carro Quartiere S. Antonio.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.