15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.40
Palermo

Domenica 12 maggio

A Blufi torna la “Sagra del Finocchietto selvatico”

5 Maggio 2019

Una festa dei saperi e dei sapori, quella delle Madonie e della piccola comunità di Blufi, incentrata su musica, spettacoli e degustazioni che, per il quinto anno consecutivo, festeggiano uno dei loro prodotti d’eccellenza, il finocchietto selvatico. Già da tempo i cittadini sono in fermento, immersi nei preparativi per l’allestimento della sagra che si terrà domenica 12 maggio.

Sagra del finocchietto BlufiLa quinta “Sagra del Finocchietto Selvatico” propone appuntamenti per tutti i gusti, con eventi che vanno dal trekking, alla visita al Santuario della Madonna dell’Olio, al Museo etnoantropologico e al Presepe meccanico. La giornata sarà animata da Dj Fabri, Calismaio e da due gruppi folk. La novità di quest’anno è data dal convegno “Identità Madonita“, che si terrà all’aperto e nel pomeriggio per dare la possibilità, ai visitatori che lo vorranno, di assistervi. Al termine del convegno ci sarà lo spettacolo del comico palermitano Sasà Salvaggio e, a fine serata, il concerto di canti popolari con la Band “Amuri di Terra” che vedrà la partecipazione di Riccardo Termini, vincitore della quarta puntata de “La Corrida“.

Sagra del finocchietto Blufi

La 5 ° Sagra del Finocchietto Selvatico rientra nel piano promozione dei cittadini di Blufi, che intendono promuovere l’alimento “Foeniculum Volgare” dal valore nutrizionale elevatissimo e dalle riconosciute proprietà stimolanti: il finocchietto, infatti, è un potete digestivo naturale, particolarmente adatto per prevenire e curare le infezioni visto le sue particolari proprietà antisettiche. Il consumo dei suoi semi, inoltre, è indicato anche per contrastare l’alitosi, mentre le tisane sono consigliate per le spiccate proprietà diuretiche. Un alimento naturale, insomma, buono e sano, che è un vero toccasana per la salute. Questa Sagra mira ad affermarsi sempre più come una naturale vocazione per la comunità di Blufi, “capitale del finocchietto selvatico“.

MENÚ SAGRA DEL FINOCCHIETTO SELVATICO

Antipasto:

Vari a base di formaggio al finocchietto, polpette di finocchietto, bruschetta con paté di finocchietto

Primo piatto:

Sedanini con salsa ragù di salsiccia finocchietto e mollica tostata

Secondo piatto:

Panino con salsiccia arrosto con semi di finocchietto

Dolce:

Cupcake al finocchietto e liquore con finocchietto fresco secondo la ricetta tradizionale

Vino locale

Al costo di 10€, con la possibilità di comporre il menù a scelta del visitatore/degustatore.

Buona “Sagra del Finocchietto selvatico” a tutti.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.