A Borgetto si inaugura una Piazza dedicata a San Giuseppe, patrono dei lavoratori | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

per il primo maggio

A Borgetto si inaugura una Piazza dedicata a San Giuseppe, patrono dei lavoratori | FOTO

di
29 Aprile 2021

GUARDA LA GALLERY IN ALTO

La città di Borgetto, tra le più devote a San Giuseppe, dove da generazioni si tramanda l’ antica tradizione delle mense, conosciuta ben oltre i suoi confini, dedicherà una piazza al padre putativo di Gesù, nell’anno speciale dedicato a lui da Papa Francesco e nel giorno della festa che lo vede come Santo patrono di tutti i lavoratori: il primo maggio.

Sabato 1 maggio alle ore 10:00 a Borgetto, giorno della festa San Giuseppe Lavoratore, l’Arcivescovo di Monreale Monsignor Michele Pennisi celebrerà la benedizione della piazza dedicata a San Giuseppe. L’evento è stato promosso in occasione del 150° anniversario dalla proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale.

Una statua di San Giuseppe, posta in una delle piazzette del paese, è stata realizzata con il contributo della Congregazione di San Giuseppe, dell’assessore comunale al Turismo e Spettacolo Monia Jerbi e del sindaco di Borgetto Luigi Garofalo.

Nella giornata è prevista principalmente la partecipazione delle autorità religiose ed istituzionali, nel rispetto delle norme anti covid.

“Da settimane stiamo lavorando con la Congregazione per realizzare questa piazzetta in onore di San Giuseppe – afferma l’assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Borgetto Monia Jerbi. Un’occasione per riaffermare la fortissima devozione che la nostra comunità nutre nei suoi confronti. Per questo l’amministrazione ha accolto con soddisfazione la proposta. Nelle ultime ore è stata posizionata la statua che raffigura il Santo che tiene Gesu’ Bambino tra le braccia. Sabato la comunità di Borgetto esprimerà ancora una volta una testimonianza di fede e di vicinanza a chi soffre”.

“L’istituzione comunale e la comunità religiosa hanno lavorato insieme per realizzare quest’opera. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo è indispensabile dare un messaggio di speranza – aggiunge il sindaco di Borgetto Luigi Garofalo. San Giuseppe è legato all’identità stessa della nostra comunità che per celebrarlo, ogni giorno si rimbocca le maniche aiutando i più deboli, non solo nel rispetto della tradizione, ma principalmente nello spirito disinteressato di fede e di solidarietà”.

“La devozione nei confronti di San Giuseppe è molto sentita dai cittadini di Borgetto che nel celebrare la sua figura rinnovano ogni anno l’antica tradizione delle mense, oltre a varie attività di aiuto ai bisognosi – conclude il presidente della Congregazione di San Giuseppe Antonio Bartellino. Quest’anno siamo nell’anno di San Giuseppe, la Congregazione si è impegnata a celebrare l’anno speciale voluto dal Santo Padre in occasione del 150° anniversario dalla proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale. Abbiamo voluto realizzare questo evento insieme a tanti cittadini che hanno contribuito”.

Nella foto 1, accanto alla statua di San Giuseppe che verrà posta in piazza, da sinistra il vicepresidente della Congregazione di San Giuseppe Francesco Amorello, il presidente della Congregazione di San Giuseppe Antonio Bartellino, l’arciprete don Rosario Armetta, l’assessore comunale al Turismo Monia Jerbi e don Gioacchino Capizzi, parroco della Chiesa madre.

Nella foto 2 la statua di San Giuseppe.

Nelle foto 3 e 4 i fedeli della Congregazione durante i lavori di realizzazione della piazza.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.