A Bronte, per la Sagra del Pistacchio [Il programma] :ilSicilia.it
Catania

Il 28, 29 e 30 settembre e il 5, 6 e 7 ottobre

A Bronte, per la Sagra del Pistacchio [Il programma]

24 Settembre 2018

La vostra Patti Holmes vi accompagna a Bronte (CT), terra concreta di zolle nere e pistacchi verdi, legata al mito dei Ciclopi, a Horatio Nelson e a tre sorelle, scrittrici vittoriane della prima metà dell’Ottocento, per la Sagra del Pistacchio, che si svolge il 28, 29 e 30 settembre e il 5, 6 e 7 ottobre. Prima di lasciarci incantare da questa festa dedicata al prodotto che ha reso Bronte famosa nel mondo, qualche piccola curiosità.

expo-del-pistacchio-dop-di-bro

CURIOSITÀ
Riguardo la sua origine si narra che sia stata fondata dal Ciclope Bronte, il cui nome significa “Tuono”, che con i fratelli Stèrope, “Lampo”, e Piràcmon, “Incudine ardente”, condannato a lavorare presso la fucina del dio Vulcano, dentro alle viscere dell’Etna, ebbe il compito di fabbricare i fulmini di Giove e le armi degli eroi. Questa lettura è accreditata da Virgilio, che nei suoi versi canta di Bronte e dei suoi amici fabbri nell’officina divina, e da Tucidide che, nel libro VI delle sue “Storie”, accenna all’esistenza della tribù barbara dei Ciclopi che, assieme ai Lestrigoni, abitò questa parte di Sicilia prima della colonizzazione greca..

Potreste dire: “Vada per i Ciclopi, ma cosa c’entra Horatio Nelson con la Sicilia e con Bronte?” Dovete sapere che, a pochi chilometri da essa, vi è il “Castello di Nelson“, che non è un maniero con torrette e merlature ma, piuttosto, una dimora nobiliare con prato all’inglese, intorno a cui si manifesta la prorompente natura del Sud con splendide palme e colorati gerani. Per comprende il legame dell’Ammiraglio della Marina Britannica con Bronti (in siciliano) bisogna andare molto indietro nel tempo e, precisamente, al 3 settembre del 1799, quando “Re Nasone”, (Ferdinando IV di Borbone,  re di Napoli dal 1759 al 1799, re di Sicilia dal 1759 al 1816, con il nome di Ferdinando III e Ferdinando I delle Due Sicilie, dopo l’unificazione delle due monarchie), per ringraziare l’alto ufficiale per aver stroncato la “Rivoluzione napoletana”, gli concesse il titolo di “Duca di Bronte”, donandogli il complesso di Santa Maria di Maniace. Da allora in poi la proprietà, nota come “Ducea Nelson“, anche se è poco probabile che l’ammiraglio l’abbia mai visitata, fu gestita dai suoi eredi, i Nelson Hood, visconti di Bridport, fino all’esproprio operato dal Regime Fascista che, dinanzi all’ingresso principale, fece costruire un gruppo di case assegnate ai braccianti e battezzate con il nome di “Borgo Caracciolo”, in ricordo del rivoluzionario napoletano impiccato, proprio da Nelson, durante la rivoluzione napoletan-giacobina. La proprietà, durante la seconda guerra mondiale, divenne sede di un Comando militare tedesco, per poi ritornare, con lo sbarco anglo-americano e la fine del conflitto, ai legittimi proprietari.

L’ultima curiosità riguarda, invece, il legame di Bronte con le sorelle Charlotte, autrice di “Jane Eyre”, Emily di “Cime tempestose” e Anne di “Agnes Grey”. Per scoprirla bisogna tornare di nuovo a Horatio Nelson e alla grande eco che ebbe in patria il suo essere diventato Duca di Bronte. Fu questo il motivo per cui Patrick Brunty, padre delle scrittrici, nutrendo grandissima ammirazione per l’ammiraglio, decise di modificare il suo cognome in Brontë, con la dieresi sopra la “e” affinché gli inglesi non ne storpiassero la pronuncia.

Bronte

E adesso tuffiamoci alla XXIX edizione della Sagra del Pistacchio, oggi internazionalizzata in Expo del Pistacchio di Bronte DOP, che è senza dubbio uno degli eventi gastronomici più famosi e attesi del territorio siciliano, capace di attrarre ogni anno decine di migliaia di visitatori. Protagonista assoluto l’oro verde DOP, e i prodotti da esso derivati, che cresce alle pendici dell’Etna. Oltre al gelato, all’osannata torta al pistacchio (realizzata con pan di spagna, a volte farcito con uno strato di cioccolato o di nutella), e alle gustose paste di pistacchio, realizzate con la stessa procedura con cui si produce la pasta di mandorle, da non dimenticare il pesto di pistacchio a base di solo pistacchio e olio di semi e la filletta al pistacchio, ovvero il tradizionale dolce brontese guarnito del prezioso frutto. Il dolce del pistacchio e il salato dei secondi piatti più tradizionali riescono a sposarsi nella salsiccia di pistacchio, preparata all’inizio dai macellai con qualche perplessità. Riflettendoci, d’altronde, la mortadella migliore si condisce con il pistacchio, che se è di Bronte e sinonimo di grande qualità. Chiudiamo con la Pistacchiella, una specie di Nutella di colore verde.

Cosa mangiare alla Sagra
Arancino al pistacchio, il prodotto più gettonato della sagra, per la sua capacità di unire la tradizione dell’arancino alla passione per il pistacchio; gelato al pistacchio; paste di pistacchio, una delle cose migliori che possiate acquistare; crema di pistacchio, chiamata anche nutella al pistacchio, un altro must; crêpes al pistacchio, che vi solleticheranno con il loro profumo; pesto di pistacchio, il condimento ideale per pasta e lasagne; pasta al pistacchio, nell’impasto oltre alla farina c’è anche il favoloso frutto verde; salsiccia farcita al pistacchio; liquore al pistacchio, chiamato anche “Baileys al Pistacchio” per via della sua consistenza cremosa; filletta al pistacchio, un dolce tipico brontese realizzato con un impasto morbido di pistacchi e condito con della nutella di pistacchio per renderlo più goloso.

PROGRAMMA

Mercoledì 26 settembre

Alle 10 – Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello”
Conferenza Stampa

Venerdì 28 settembre

Alle 18 – Viale Catania
Inaugurazione Expo/Sagra del Pistacchio – Taglio del nastro

Alle 18 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta da Radio Ciclope

Alle 18 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Complesso bandistico musicale “S. Biagio Città di Bronte”

Alle 18 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Sbandieratori e Majorettes “Rione Panzera” di Motta S. Anastasia

Esibizione in Piazza Rosario , Piazza Spedalieri e Piazza Castiglione

Alle 18 – Palazzo Virzì – Ex Sede Parco dei Nebrodi
Apertura Mostra “Artigianato Siciliano” – Abiti e coffe siciliani, ceramica di Caltagirone a cura di Sicilia Confezioni di Carroccio Francesca (visitabile dal 28 al 30 settembre e dal dal 5 al 7 ottobre, dalle 10 alle 22)

Alle 18 – Circolo di Cultura
Mostra di pittura a cura di Antonio Leanza (dal 28 settembre al 7 ottobre)

Alle 18 – Circolo Anziani
“Nonni in Festa”

Alle 20 – Parco Urbano
Gruppo musicale “Mimmo Show”

Alle 21 – Piazza Rosario
Gruppo musicale “Fate Fool”

Dj Set con Marco Lupo e Luca Di Vincenzo

Alle 21 – Piazza Enrico Cimbali
Banda Reggae Ska “Ka Jan City”

Sabato 29 settembre
Dalle 9,30/18 Villa Comunale
Gara di tiro con carabina ad aria compressa

Alle 10 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta da Radio Ciclope

Alle 11 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Gruppo Folk “Canterini della Riviera Jonica Melino Romolo”

Alle 17 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Gruppo Folk “Canterini della Riviera Jonica Melino Romolo”

Alle 18 – Piazza Spedalieri
Diretta Tele Radio Ciclope

Alle 19,30 – Piazza Rosario
Spettacolo di burattini “Noddy e il Drago” a cura della compagnia Burattinando

Alle 20 – Parco Urbano
“Music Show Style” a cura di Animation Style

Alle 21 -Piazza Enrico Cimbali
Gruppo muiscale Kunsertu

Alle 22 – Piazza V. Castiglione
Lorenzo Licitra in concerto Vincitore di X Factor 2017 , offerto dalla CRAI Gruppo Radenza

Alle 23 – Piazza Rosario
“Pistacchio Dance” a cura della Smile Soluzione per i tuoi eventi

Domenica 30 settembre
Dalle 9,30/18 Villa Comunale
Gara di tiro con carabina ad aria compressa

Alle 10 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta Tele Radio Ciclope

Alle 10 – Piazza Rosario
Spettacolo di animazione a cura di Madagascar

Alle 11 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Mostra/Sfilata dei carretti siciliani

Alle 17 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Tinto Brass Street Band

Alle 18 – Piazza Spedalieri
Diretta Tele Radio Ciclope

Alle 18 – Piazza Rosario
Degustazione eccellenza “Pizza al pistacchio” offerta dai maestri pizzaioli Brontesi”

Alle 19 – Piazza Piave
Mr. Sardella Show

Alle 19 – Piazza Rosario
Esibizione di danza a cura del Centro Professionale Danza Koreos di Dario Biuso e Antonella Grigoli

Alle 20 -Parco Urbano
Duo Latino “Las caribenas”

Alle 21,30 – Piazza Cimbali
Finale “Miss Beauty Award” a cura di Pietro Galvagno

Venerdì 5 ottobre
“La scuola all’Expo/Sagra del pistacchio”

Alle 10 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta Tele Radio Ciclope

Alle 11 – Piazza Castiglione
Saluti del Sindaco

Spettacolo di animazione a cura di Smile Animazione

Alle 12 – Piazza Castiglione
“Sulla bocca di tutti” il gelato al pistacchio offerto a tutti i piccoli ospiti

Alle 18 – Corso Umberto
Diretta Tele Radio Ciclope

Alle 18 – “Art Gallery ” Charm of Art in via Capizzi n.6
Inaugurazione mostra opere pittoriche e fotografiche (visitabile dal 5 al 7 ottobre dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 22)

Alle 19 – Piazza Rosario/Piazza Spedalieri
Spettacolo musicale “La Giostra del Gufo”

Alle 19,30 – Piazza Piave
Spettacolo di bolle di sapone

Alle 21 – Piazza Cimbali
Serata Danzante a cura dell’Accademia “Balletto Siciliano” di Antonino Lombardo
“Cover Band Livenditti”

Sabato 6 ottobre
Dalle 9,30/18 Villa Comunale
Gara di tiro con carabina ad aria compressa

Alle 10 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta Tele Radio Ciclope

Alle 11 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Gruppo Musicale “Tamburi di Buccheri”

Alle 17 – Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello”
Presentazione del Libro del Professore Don Luigi Minio “Quale senso ha la vita”

Alle 18 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Gruppo Musicale “Tamburi di Buccheri”

Alle 18 – Istituto San Vincenzo De Paoli
Inaugurazione di mostra di arte contemporanea, astratta e figurativa “Sicilia, Mare e terra” a cura del sacerdote Don Gaetano Puleo

Alle 18 – Piazza Rosario
Spettacolo di danza a cura della Palestra Fitness Planet

Alle 19,30 – Parco Urbano
Gruppo Musicale “Mimmo Show”

Alle 19,30 – Piazza Piave
Spettacolo di Magia e illusionismo

Alle 20 – Piazza Rosario
Spettacolo “I Violinisti in Jeans”

Alle 21,30 – Piazza Cimbali
Spettacolo musicale “Qbeta”

Alle 23 – Piazza Rosario
“Pistacchio Dance” a cura della Smile Soluzione per i tuoi eventi

Domenica 7 ottobre
Dalle 9/17 Villa Comunale
Gara di tiro con carabina ad aria compressa

Alle 9,30 – I.I.S.S. Ven. I Capizzi – Liceo Classico
Concorso di estemporanea di pittura organizzato dalla Fidapa, Sezione di Bronte

Alle 10 – Corso Umberto
Apertura stand, diretta Tele Radio Ciclope

Alle 10 – Zona Artigianale
VI Trofeo del Pistacchio a cura dell’Associazione “Bronte Model”

Alle 11 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Fanfara dei Beraglieri dell’Etna, Sezione Belpasso

Alle 11,30 – Piazza Spedalieri
68° Giornata Vittime Incidenti sul lavoro a cura dell’Associazione Anmil
Inaugurazione Stele commemorativa e deposizione corona d’alloro

Alle 12 – Teatro Comunale
Cerimonia civile con consegna brevetti e distintivi d’onore

Alle 16 – Scuola Media Statale L. Castiglione
Trofeo “Pistacchio Volley” a cura di ASD Pallavolo Bronte

Alle 17 – Piazza Piave
Spettacolo di animazione “Green Fest – Merenda tra giochi e musica” a cura dell’Associazione Party Planner

Alle 17,30 – Lungo le vie dell’Expo/Sagra
Fanfara dei Bersaglieri dell’Etna, Sezione Belpasso

Alle 18 – Piazza V. Castiglione
Degustazione torta al Pistacchio realizzata dall’Associazione CONPAIT in collaborazione con la Caffetteria Luca

Alle 18 – Piazza Rosario
Spettacolo musicale “Show Sogni acrobatici”

Alle 20 – Piazza Piave
Gruppo musicale “Overload”

 

Viva Bronte e il Pistacchio, il suo oro verde.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.