A Carini un'iniziativa per parlare di abuso minorile, droga e bullismo :ilSicilia.it
Palermo

Appuntamento il 14 aprile

A Carini un’iniziativa per parlare di abuso minorile, droga e bullismo

di
8 Aprile 2018

Sensibilizzare a tematiche dal forte contenuto sociale, questo lo scopo dell’iniziativa che si terrà a Carini, il 14 aprile alle ore 19, presso l’auditorium “Totuccio Aiello”, un evento culturale organizzato da Stephanie Beatrice Genova, insieme all’associazione “Arte Cinema e altro” promossa dal regista Tony Gangitano.

Durante l’evento verranno proiettati dei cortometraggi: il primo dal titolo “Ricordi” basato sulla sicurezza stradale contro alcol, droga e bullismo; il secondo è un cortometraggio dal titolo “Gli occhi di Monique” che ha come tematica la violenza sui minori.

L’obiettivo – spiega Stephanie Beatrice Genova, project manager del cortometraggio di “Gli occhi di Monique” –  è quello di creare una sorta di tavola rotonda con figure esperte per poter affrontare dei temi sociali alquanto delicati: un lavoro che serve a sensibilizzare i ragazzi, per portarli a raccontare le loro verità nascoste e soprattutto ad incoraggiarli per denunciare eventuali abusi.

Ho abbracciato questa iniziativa – continua – perché, condividendo anch’io una delicata storia personale, credo sia importante e molto rilevante affrontare la tematica sull’abuso minorile.

Gli esperti dicono che purtroppo dalle statistiche è possibile affermare che il fenomeno è in notevole ascesa, ma che soprattutto la maggior parte delle violenze avvengono all’interno delle mura domestiche con storie spesso agghiaccianti.

Ma non possiamo basarci solo sui numeri perché il fenomeno è “sommerso” in quanto la stragrande maggioranza dei casi non viene denunciata.

Rimane ancora molto da fare, bisogna intervenire alla radice del problema, fare molta informazione, creare una linea diretta di comunicazione con i ragazzi e con le famiglie attraverso la scuola.

Attraverso questo evento di presentazione vorremmo creare un percorso nelle scuole come “School Project””.

L’associazione “Arte Cinema e altro” promossa dal regista Tony Gangitano si avvarrà di una squadra di psicologi e avvocati e altre figure esperte, in grado di guidare i minori per cercare di farli uscire dal loro doloroso silenzio. Da qui la necessità di rinforzare e sensibilizzare le reti sociali e di ascolto nei confronti dei minori.

Dopo la visione seguirà un dibattito a cui parteciperanno il regista Tony Gangitano che nel corso degli anni ha dato vita a film memorabili sui valori e diritti umani,  a cominciare da “Il Viaggio della vita” per arrivare al più recente lavoro cinematografico “Gli occhi di Monique”; l’istruttore cinofilo di fama nazionale Marcello Messina, specializzato nel recupero comportamentale, per la prima volta in Italia presenterà sul set due Akita Inu (l’akita è una razza giapponese di cani da lavoro utilizzati sia per la guardia che per la caccia); allevatore storico di questa razza il dottore Piero Modesto; la dottoressa Silvia Messina, che tratterà le leggi sull’abuso minorile; la psicoterapeuta Nunzia Sgadari che tratterà il fenomeno sommerso dell’abuso; e il collaboratore di presidenza delle politiche giovanili del “Parlamento della Legalità Internazionali” Vincenzo Russo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin