A Castel di Iudica torna la gustosa "Sagra del Pecorino pepato" [Il programma] :ilSicilia.it
Catania

Dal 25 al 28 aprile

A Castel di Iudica torna la gustosa “Sagra del Pecorino pepato” [Il programma]

di
24 Aprile 2019

La nostra passeggiata ci porta nel piccolo borgo rurale di Franchetto, frazione di Castel di Iudica, comune della provincia di Catania, in cui dal 25 al 28 aprile si svolge la “Sagra del Pecorino pepato”. Prima di tuffarci in questa festa del sapore, però, penetriamo nella storia di questa piccola realtà ricca di storia, tradizioni e leggende.

Tra Storia, leggenda e rievocazioni

Una zona della cima del monte Iudica è conosciuta con il nome di “u Sautu ‘â Vecchia“, il Salto della Vecchia, e si narra che, all’epoca della conquista normanna, una giovane, Margiana, si fosse travestita da vecchia per ingannare i Saraceni che, però, la gettarono in un dirupo. Il gesto permise ai Normanni di conquistare il castello.

A partire dal 2005 l’episodio è stato rievocato in una manifestazione promossa dal Comune.

Sul monte Iudica esistono tracce di un abitato arcaico (VIII-III secolo a.C.), mentre sul monte Turcisi si trovano resti preistorici. Sotto il dominio arabo, il suo nome era “Zotica” e vi sorgeva un castello, conquistato dai Normanni al 1076 e, secondo il racconto di Goffredo Malaterrae, donato alla città di Caltagirone. Il geografo arabo al-Idrisi lo descrive come un fiorente borgo agricolo.

Sulla cima del monte fu costruita, nel XVII secolo, la piccola chiesa dedicata a San Michele Arcangelo, di cui resta attualmente solo il Campanaro, il campanile.

Tra il 1816 e il 1819 divenne frazione del comune di Ramacca con il nome di Giardinelli, ma nel 1934, comune autonomo con il nome attuale in ricordo del castello che era sorto sul monte Iudica.

Locandina Pecorino Pepato Castel di Iudica

La Sagra del Pecorino pepato
La Sagra del Pecorino Pepato, manifestazione gustosa dedicata a un prodotti tipico del territorio preparato secondo le tecniche tradizionali, si svolge, dal 25 al 28 aprile, nel piccolo borgo rurale di Franchetto,  frazione di Castel di Iudica. In queste giornate potrete vivere immersi nella natura, gustare i sapori genuini che la nostra Sicilia offre, tra cui, appunto, il pecorino pepato. Prodotto esclusivamente nella regione Sicilia, è un formaggio a denominazione d’origine sin dal 1955. La lavorazione avviene ancora con tecniche artigianali utilizzando latte di pecora intero e caglio di agnello; il tipico disegno intrecciato della superficie è dovuto agli stampi di giunco in cui la massa caseosa viene compressa e, durante la preparazione, vengono aggiunti grani di pepe nero che gli conferiscono un inimitabile gusto piccante e aromatico. Le forme sono di circa 35 cm di diametro, hanno 15 cm di altezza e arrivano a pesare 12 kg. La stagionatura richiede un periodo di riposo di almeno sei mesi a temperatura di cantina, periodo in cui le forme vengono regolarmente strofinate con sale. Ma scendiamo nel dettaglio del programma.

PROGRAMMA

Giovedì 25 aprile

Alle 10
Inaugurazione sagra e saluto autorità

Apertura Stand gastronomici

Alle 10,30
Arrivo auto sportive a cura dell’Ass. “A.S.D. club auto moto d’epoca siciliano”

Alle 11,30
Degustazione ricotta calda

Alle 13
Pranzo tipico a Km 0

Alle 15
Esibizione carretto d’epoca siciliano e suonatori

Alle 18
Ballo del camperista

Alle 20,30
Spettacolo di ballo a cura dell’Ass. “A.S.D. Passione Danza” Ramacca

Venerdì 26 aprile

Alle 10
Apertura Stand gastronomici

Alle 11
Animazione per bambini in piazza a cura della “Free Event Animazioni”

Alle 13
Pranzo tipico a Km 0

Alle 15
Ballo del camperista

Alle 18
Dimostrazione antico mestiere del caseario e ricotta calda in piazza

Alle 20,30
Corrida a cura della Palaservice produzioni spettacoli con ospite Enzo Dj
Ospite d’eccezione Pippo Barone

Sabato 27 aprile

Alle 10
Apertura Stand gastronomici

Alle 10,30
Dadame-artisti decoratori di carretti siciliani

Alle 13
Pranzo tipico a Km 0

Alle 15
Ballo del camperista

Alle 17
Santa Messa e benedizione degli animali

Alle 18,30

Dimostrazione casearia e degustazione ricotta calda

Alle 21
Niko Pandetta in concerto

Domenica 28 aprile

Alle 9,30
Apertura Stand gastronomici

Alle 10
Arrivo in piazza di vespe d’epoca a cura del “Gruppo Vintage”

Alle 10,30
Degustazione ricotta calda

Alle 11,30
Esibizione gruppo “Folk T.P. Trinacria Agira”

Alle 13
Pranzo tipico a Km 0

Alle 15
Esibizione gruppo “Folk T.P. Trinacria Agira”

Alle 17
Degustazioni dolci con la ricotta a cura dell’Istituto Professionale IPSEOA Mineo – IIS CA Dalla Chiesa Caltagirone

Alle 20
Saluti autorità e ringraziamenti

Alle 21
Liscio in piazza

Alle 23
Chiusura manifestazione

E che la Sagra del Pecorino pepato abbia inizio.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.