A Catania i collage introspettivi di Demetrio Di Grado in mostra da KoARt Unconventional Place :ilSicilia.it
Palermo

L’esposizione sarà visitabile dal 7 al 28 dicembre

A Catania i collage introspettivi di Demetrio Di Grado in mostra da KoARt Unconventional Place

28 Novembre 2019

Il 7 dicembre alle ore 19 si inaugura alla Galleria KoARt Unconventional Place, in via San Michele a Catania la mostra “Dopo Esservi Commossi Dovreste Allarmarvi”, personale di Demetrio Di Grado, street artist palermitano e calatino d’adozione, che nel giro di pochi anni ha conquistato il pubblico con i suoi collage analogici intrisi di memoria e cultura pop, prodotti di una grande ricerca iconografica che lo ha portato alla redazione di un nuovo alfabeto segnico, ormai cifra stilistica di questo artista poliedrico.

La mostra, curata da Francesco Piazza, è l’evoluzione del progetto “Kind – Collage analogico” che l’anno scorso ha fatto tappa nelle gallerie più importanti della Sicilia, per chiudersi a Dicembre presso il museo Diocesano di Caltagirone.

“In D.E.C.D.A.” (acronimo del titolo della mostra), scrive il curatore “Di Grado disegna un universo di immagini che sono il risultato di una ulteriore sintesi compositiva oltre che concettuale. Un’astrazione estrema del suo pensiero da cui emerge una consapevolezza esperta che abbandona quella levità che finora lo aveva contraddistinto e che affronta tematiche più introspettive e drammaticamente legate all’oggi. Già il titolo del progetto contiene l’idea di cambiamento sociale ormai inevitabile e di sfida alle convenzioni che segna il passaggio ad un linguaggio legato alle contraddizioni di una società in perpetuo mutamento”.

D.E.C.D.A. arriva a Catania dopo la tappa palermitana svoltasi lo scorso maggio presso il Cre.Zi.Plus ai Cantieri Culturali della Zisa, in contemporanea con il World Collage Day 2019.

Proprio per la giornata mondiale del collage, Demetrio Di Grado, unico artista italiano selezionato, ha realizzato due grandi opere esterne con tecniche miste di collage e spray: uno sulla facciata del Cre.Zi.Plus e un altro su  un muro del Polo Oncologico dell’Ospedale Civico di Palermo, opera quest’ultima che l’artista ha donato nell’ambito della manifestazione di solidarietà promossa dal Rotary e dal progetto Elpy Gallery.

Durante il vernissage di giorno 7 sarà inoltre presente la collezione in serie limitata di t-shirt e le stampe ispirate alla mostra, acquistabili presso il corner allestito per l’occasione.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.