A cena dagli Ubu, torna il tradizionale appuntamento del Piccolo teatro Patafisico :ilSicilia.it

Sei serate in due week end

A cena dagli Ubu, torna il tradizionale appuntamento del Piccolo teatro Patafisico

11 Dicembre 2019

Ospiti dai nomi fantasiosi e ammiccanti, camerieri eccentrici, musicisti-illusionisti, ottimo cibo e tanto vino a innaffiare le cene degli Ubu al Piccolo teatro Patafisico. Ritorna l’ormai tradizionale appuntamento al teatro di via della Loggia, a Palermo, quest’anno spostato a dicembre.

Le cene Patafisiche si svolgeranno in due week end, in tutto sei serate: venerdì 13, sabato 14, domenica 15, venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 dicembre, alle ore 20.30. Si tratta di una cena durante la quale ci sarà da aspettarsi di tutto, con lo spettacolo teatrale che si svolgerà tra una portata e l’altra.

Nate da un’idea di Laura Scavuzzo e Rossella Pizzuto, con la regia di Laura Scavuzzo, gli spettacoli che si svolgono durante le cene sono messi in scena dalla Compagnia Piccolo Teatro Patafisico, con Vito Bartucca, Salvino Calatabiano, Arianna D’Arpa, Alessandro Lopes, Fabrizio Saputo e Laura Scavuzzo. Le musiche dal vivo sono di Gabriele Ajello e Giuseppe Schifani. Ai fornelli Daniela Ferrigno e Nicolò D’Arpa. Per informazioni: 366 1545786

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona