A colpi di pietre e zappa tentano di uccidere un uomo in una vigna: arrestati due extracomunitari :ilSicilia.it
Banner Bibo
Trapani

a Valderice

A colpi di pietre e zappa tentano di uccidere un uomo in una vigna: arrestati due extracomunitari

di
2 Giugno 2021

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno arrestato due cittadini extracomunitari ma residenti a Custonaci, di 30 e 26 anni, con precedenti di polizia.

In particolare, nel corso di un servizio di pattuglia, l’equipaggio della Sezione Radiomobile ha effettuato un intervento presso una cantina vitivinicola del comune di Valderice poiché un impiegato stagionale dell’azienda, uno straniero 39enne residente a Custonaci, era stato violentemente aggredito da alcuni connazionali che lavoravano con lui.

Giunti sul posto, i militari operanti hanno appreso che durante i lavori agricoli, i tre operai avevano litigato tra loro per futili motivi. Al culmine della lite, uno degli arrestati aveva colpito il bracciante 39enne alla testa, prima con una pietra e poi con una zappa mentre l’altro osservava la scena senza intervenire. L’azione delittuosa si era interrotta con l’arrivo di un altro bracciante che si trovava a pochi metri da lì che metteva in fuga i due operai che scappavano a bordo della loro biciclette.

Una volta acquisite le informazioni necessarie, i Carabinieri si sono messi immediatamente messi alla ricerca dei presunti autori dell’aggressione che sono stati rintracciati poco dopo.

Al termine degli accertamenti del caso, i due uomini sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio mentre la vittima, trasportata d’urgenza presso il locale Pronto Soccorso, è stata riscontrata affetta da trauma facciale al centro della fronte e frattura del seno frontale destro.

Nella giornata di ieri, l’Autorità Giudiziaria di Trapani ha convalidato gli arresti e disposto per entrambi la custodia in carcere presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin