17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.29

Conversando sull'arte e sulla cultura

A “En Kai Pan” è ospite il presidente della Fondazione Orestiadi Calogero Pumilia | VIDEO

20 Giugno 2018

Guarda il video della terza puntata in alto

Terza puntata per “En kai pan”, la nuova rubrica de ilSicilia.it: questa settimana il nostro ospite è Calogero Pumilia, presidente della Fondazione Orestiadi di Gibellina, già parlamentare nazionale. Con Pumilia abbiamo parlato del suo impegno politico, ma anche della sua grande attenzione per i temi della cultura e, soprattutto, del rilancio della Fondazione che presiede e delle Orestiadi.

Pumilia parla del potenziamento della Fondazione Orestiadi, ma anche della sua storia, con la grande intuizione di Ludovico Corrao di realizzare a Gibellina un grande luogo in cui l’arte contemporanea fosse l’occasione per ripensare un territorio, devastato dal terremoto che colpì il Belice.

Il presidente della Fondazione Orestiadi racconta del Cretto di Adalberto Burri, ma anche della “Montagna di Sale” di Mimmo Paladino e del Museo delle Trame mediterranee, che rappresenta un’interpretazione inedita e aperta della storia culturale del Mediterraneo.

LEGGI ANCHE

Nasce “En Kai Pan”, rubrica curata da Aurelio Pes sui temi della cultura | Video

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.