A Gangi è iniziato il viaggio verso la decima edizione di “Vivere in Assisi” | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Dal 26 al 29 settembre

A Gangi è iniziato il viaggio verso la decima edizione di “Vivere in Assisi”

16 Luglio 2019

Domenica 7 luglio, a Gangi, uno dei Borghi più belli d’Italia, si è tenuta, presso la magnifica e gremita sala consiliare di Palazzo Bongiorno, la presentazione della decima edizione di “Vivere in Assisi” che si svolgerà nella cittadina madonita dal 26 al 29 settembre prossimo. Imponente per programmazione e originale per format, ha l’intento di recuperare la gioia del messaggio e la ricchezza dei valori umani e spirituali che San Francesco, Patrono d’Italia, perseguì nella sua vita con umiltà e completo affidamento a Dio.

Vivere in Assisi 2019

L’edizione 2019 sarà particolarmente intensa, si celebrerà la X edizione della manifestazione che sarà preceduta da numerosi, interessanti eventi connessi, mostre dedicate ai costumi e agli usi medievali, alle opere di P. Antonio Jerone, convegni, cortei storici e finanche un annullo filatelico dedicato. L’incontro è stato aperto dal sindaco dott. Francesco Migliazzo che, tratteggiando l’immenso lavoro preparatorio a un evento del genere, ha posto l’accento sul fatto che “Vivere in Assisi” rappresenta per Gangi un autentico momento di felice aggregazione umana e spirituale, atteso e condiviso da tutti i cittadini. A seguire il presidente del Centro Studi Francescani e Medievali e Accademico d’Italia della Storia francescana, dott. Roberto Franco, ha fatto un breve ritratto della manifestazione che, a cadenza biennale, da vent’anni dona emozioni infinite alle migliaia di spettatori che arrivano per assistervi e che, ormai, è riconosciuta unanimemente come uno degli eventi più affascinanti e coinvolgenti non solo della Sicilia ma dell’Italia intera, premiata da innumerevoli riconoscimenti nazionali e internazionali.

Ogni edizione è differente dalle precedenti, di volta in volta testi, costumi scenografie sono sempre nuovi, quest’anno si porterà in scena il “Cantico per l’uomo ovvero Francesco d’Assisi il Santo che svela il vero volto dell’uomo”, scritto dal dott. Franco e anch’esso, ancora inedito, già premiato. Gangi, nei giorni della rievocazione, si trasformerà in un vero e proprio teatro a cielo aperto e i visitatori, assunte le vesti di pellegrini, si troveranno catapultati in un’epoca lontana dove potranno assistere a un viaggio stupefacente a fianco di Francesco, uomo di pace e di povertà, custode di tutte le creature.

Vivere in Assisi 2019

L’importanza del messaggio francescano è stato, poi, richiamato da Fra Antonio Iacona, presente in rappresentanza e su delega dei Frati Minori di Sicilia, il quale ha ricordato come esso, con “Vivere in Assisi”, è stato donato a chiunque vi assista attraverso un percorso spirituale profondo e inatteso dagli spettatori, pervasi dalla serena contemplazione del Creato che Francesco cantò in luminosa e profonda comunione con Cristo. La presentazione si è conclusa con un momento lungamente atteso, lo svelamento del manifesto ufficiale diVivere in Assisi 2019” che, proprio omaggio alle celebrazioni della “golden edition”, è stato curato dal Maestro Antonello Blandi. Gli aspetti salienti sono stati tratteggiati dall’avv. Maria Piera Franco: la magnifica Torre dei Ventimiglia come simbolo di potere, permeata da un caleidoscopio di colori a rappresentare brame d’ogni genere ma anche il trionfo della vita e la certezza della speranza e San Francesco che accoglie il mondo con tutte le sue miserie e, contemporaneamente, si abbandona a Dio, sotto un cielo stellato così perfetto da rifletterne l’ineffabile mistero.

Il viaggio verso la X edizione di “Vivere in Assisi” è iniziato.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.