A Geraci Siculo per vivere "La Notte Romantica" | Il programma :ilSicilia.it
Palermo

Sabato 22 giugno

A Geraci Siculo per vivere “La Notte Romantica” | Il programma

di
20 Giugno 2019

Il 22 giugno, a Geraci Siculo (PA), uno dei Borghi più Belli d’Italia, vivrete  “La Notte Romantica”, all’insegna della poeticità e dell’amore, in un’atmosfera carica di meraviglia ed emozioni.

Geraci Siculo La Notte Romantica

La manifestazione, promossa dai Borghi più Belli d’Italia, che mira a diventare un appuntamento annuale di inizio estate, vi trasporterà in un “Sogno di una notte di Mezza Estate“, facendovi sentire Teseo e Ippolita, Demetrio ed Elena, Lisandro ed Ermia, protagonisti dell’incantata opera Shakespeariana, avendo per suggestiva cornice, però, Geraci Siculo in cui, dall’imbrunire e fino a notte fonda, i sentimenti saranno declinati in mille sfaccettature.

La manifestazione, organizzata dal comune di Geraci Siculo con la collaborazione della locale Pro Loco, vedrà la Villetta SS. Trinità, Corso Vittorio Emanuele e Piazza del Popolo animati da aperitivi al tramonto, scatti romantici, spettacoli di acrobazie, giocoleria e magia, artisti di strada, street art a cura di artisti artisti locali, proiezioni di foto sulla torre campanaria su “Geraci Ieri…” e tanto altro.

Siete pronti a innamorarvi, a respirare l’incanto di una manifestazione indimenticabile e a tutto cuore? Allora, eccovi il programma nel dettaglio.

PROGRAMMA

Sabato 22 giugno

Alle 18,30 – Villetta SS. Trinità

  • Aperitivo al tramonto tra… musica e parola
  • Angoli romantici
  • Scatti romantici in uno dei Borghi più Belli d’Italia

Dalle 21 alle 24 – Piazza del Popolo

  • “Geraci Ieri…” Proiezione di foto sulla torre campanaria

Alle 21,30 – Corso Vittorio Emanuele – Pub “A Vucciria”

  • Spettacolo di acrobazia a cura de “Duo Minuto”

Alle 22,15 – Corso Vittorio Emanuele – Bar Silvestri

  • Spettacolo di giocoleria e magia a cura di Salvo Lo Gelfo

Alle 23 – Piazza del Popolo

  • Spettacolo finale artisti di strada a cura de Compagnia Joculates
  • Lancio dei palloncini
  • Danze

Corso Vittorio Emanuele

  • Street Art a cura di artisti locali

E che “La Notte Romantica” sia con voi.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.