A Giurisprudenza il convegno "Palermo: fra diritto sportivo, FIGC e rinascita" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

PRESENTE COME RELATORE IL PRESIDENTE DELLA SSD PALERMO, DARIO MIRRI

A Giurisprudenza il convegno “Palermo: fra diritto sportivo, FIGC e rinascita” | VIDEO

di
21 Ottobre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Si è tenuto oggi, presso l’aula Santi Romano del plesso di Giurisprudenza, il convegno dal titolo “Palermo: fra diritto sportivo, FIGC e rinascita“. All’evento hanno partecipato come relatori il presidente della SSD Palermo, Dario Mirri, il direttore editoriale de IlSicilia.it, Maurizio Scaglione, e il prof. avv. Mario Serio, già presidente di sezione della Corte di Giustizia Federale – FIGC.

L’aula magna era piena in ogni ordine di posto, segno che l’evento ha interessato una pluralità di soggetti, dagli studenti di Giurisprudenza ai semplici curiosi. La conferenza è stata promossa dall’associazione studentesca “Foro di Giurisprudenza”, organizzato dai suoi due rappresentanti, ovvero il presidente Emanuele Vella e il rappresentante degli studenti Marco Culmone.

Al centro del dibattito vi sono stati vari temi, fra i quali quello del fallimento del vecchio Palermo calcio. Il prof. Serio si è soffermato sulla gestione da parte dell’ex società degli strumenti messi a disposizione dalla giustizia ordinaria e sportiva, come la serie infinita di ricorsi effettuati durante gli ultimi mesi, molti dei quali risoltisi in un nulla di fatto. L’avvocato palermitano si è soffermato sull’esigenza di un tacito equilibrio fra ciò che rappresenta l’assetto societario e le ragioni dei tifosi, vera anima di questo sport.

Convegno "Palermo: fra diritto sportivo, figc e rinascita"Una delle ragioni dell’evento era quella di spiegare i momenti che hanno portato alle vicissitudini societarie che hanno portato la vecchia società al fallimento e la nuova società a dovere ripartire dalla Serie D. A questo proposito, il presidente dell’associazione “Foro di Giurisprudenza”, Emanuele Vella, chiarisce che “per noi è stato un onore ospitare questo evento nell’Aula Magna dell’Università, la nostra seconda casa. Siamo riusciti a coniugare il mondo dell’Università con il mondo della tifoseria, dei tifosi rosanero, in un momento particolare in cui avviene una rinascita sportiva per questa città e in cui società e tifoseria stanno portando in alto i colori rosanero. Cogliamo pubblicamente l’occasione per ringraziare chi ha fatto riscoprire il senso di appartenenza e chi ha deciso di investire nello sport di questa città“.

Ed è stato proprio il presidente della SSD Palermo, Dario Mirri, uno degli ospiti più attesi dell’evento. Il numero uno di viale del Fante si sofferma ai nostri microfoni sul passaggio fra la vecchia e la nuova società: “E’ un momento di conferma che nello sport, così come nella vita, il diritto e la giustizia devono fare il loro corso. Per quanto riguarda il vecchio Palermo, non è un argomento che mi riguarda se non da tifoso, con l’enorme dispiacere di perdere una società che ha rappresentato a lungo la nostra città e la nostra squadra. Da presidente mi sembra corretto confermare che sono due realtà distinte e separate, soprattutto alla luce che la magistratura sta prendendo le sue decisioni, vedremo“.

Abbiamo poi chiesto a Dario Mirri dettagli su alcuni argomenti topic delle ultime settimane, fra cui la questione polisportiva e il marchio. Seguiranno aggiornamenti.

GUARDA LA CONFERENZA – PARTE 1


 GUARDA LA CONFERENZA – PARTE 2

GUARDA LA CONFERENZA – PARTE 3

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Saghe familiari: Ray Donovan, Peaky Blinders

Ci sono serie o miniserie tv diverse dalle altre perché piuttosto che raccontare le vicende di singoli personaggi hanno come protagonisti degli interi gruppi familiari. In questi casi le  dinamiche narrative sono diverse, più complesse ed articolate e si sviluppano  in  storie totalmente

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin