A "La Maddalena" di Palermo aumentano i posti letto della lungodegenza :ilSicilia.it
Palermo

Passano dai precedenti 12 agli attuali 24

A “La Maddalena” di Palermo aumentano i posti letto della lungodegenza

di
4 Aprile 2018

Crescono le prestazioni del reparto di lungodegenza della casa di cura “La Maddalena” di Palermo. Raddoppiano i posti letto previsti, che passano dai precedenti 12 agli attuali 24, entrati a regime lo scorso febbraio, tutti all’interno del nuovo plesso dell’ospedale ed in convenzione col Servizio sanitario nazionale.

A quasi quattro anni dall’attivazione del reparto, il bilancio è positivo: dall’apertura nell’aprile del 2014 alla fine del 2017, il numero totale dei pazienti ammonta a 470, per 512 ricoveri, con una degenza media di 23 giorni, per 11.557 giornate complessive di degenza. Numeri che sono andati progressivamente in crescita, anno dopo anno, con un significativo balzo in avanti dal 2016 al 2017.

I pazienti sono ospitati in stanze luminose, con due posti letto, servizi igienici autonomi, aria condizionata, telefono personale, televisore, e sono assistiti costantemente dal personale medico e infermieristico della struttura. È possibile, inoltre, richiedere la degenza in camera singola privata o in ricovero totalmente solvente. Quello di lungodegenza è un reparto post-acuzie, ovvero rivolto a pazienti che hanno bisogno di prolungare l’intervento assistenziale al di là della fase acuta della malattia, ma la permanenza in reparto, tranne in casi particolari, non può superare i 60 giorni complessivi.

 

Considerando il fatto che i reparti di lungodegenza sono presenti in tutti gli ospedali, –  spiega Mauro Bellassai, direttore sanitario de ‘La Maddalena’ – i nostri numeri sono in continua crescita e questo dimostra che stiamo lavorando bene. Si è molto puntato, oltre che sull’elevato standard organizzativo e qualitativo della prestazione medico-infermieristica, anche sul fattore umano, e questo si è rivelato un valore aggiunto per il nostro reparto, premiato dall’affetto dei pazienti”.

C’è già una discreta lista d’attesa ed il reparto è praticamente pieno – afferma Maria Cristina Garascia, responsabile dell’unità operativa – . Per quanto riguarda, invece, la tipologia di pazienti, si va da quelli con problemi cardiologici, respiratori, ortopedici, fino a quelli oncologici o con ictus. Le richieste arrivano da tutti gli ospedali di Palermo e provincia, ma abbiamo avuto contatti anche da Catania, Trapani e Milano. I pazienti, dopo attente verifiche da parte dell’equipe medica, vengono seguiti attraverso un opportuno programma assistenziale individualizzato, per andare incontro ai loro effettivi bisogni”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin