14 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.32
Palermo

Dal 28 al 30 settembre

A Lercara Friddi per il Sicilia Street Food [Il programma]

28 Settembre 2018

La vostra Patti Holmes vi accompagna a Lercara Friddi (PA), comune che sorge quasi alle falde del Colle Madore, a circa 660 m sul livello del mare, sul feudo Friddi, tra il vallone del Landro e la vallata del fiume Torto e del Platani, per il Sicilia Street Food, dal 28 al 30 settembre, appuntamento di una golosità tale che, al solo scriverlo, viene l’acquolina in bocca.

Pillole di storia
Crocevia di vitale importanza, nonostante la posizione di privilegiata centralità che ha sicuramente facilitato il popolamento delle sue contrade fin da epoca preistorica, come attestano studi recenti, Lercara Friddi può definirsi “Città nuova” perché fondata nel 1595 nell’ambito del disegno spagnolo di colonizzare l’entroterra siciliano al fine di spopolare le città e rendere produttive le terre incolte. Leonello Lercara, mercante genovese, giunto in Sicilia per ampliare i suoi commerci, nel 1572 sposa Elisabetta Ventimiglia che, per dote, gli porta i feudi di Friddi grandi, Faverchi e Friddi. Non avendo figli maschi, nel baronato successe la figlia Francesca che lo cedette, per diritto coniugale, al marito Baldassare Gomez De Amescua che, nel 1595, chiese ed ottenne dal Vicerè spagnolo, Arrigo De Guzman, conte di Olivares, la “licentia populandi”, intitolando il paese al suocero.

Lercara Street food

Sicilia Street Food
I meravigliosi sapori dei piatti tipici siciliani e le specialità della tradizione del territorio, che potrete degustare ad ogni angolo, si mettono in mostra al Sicilia Street Food, una tre giorni interamente dedicata al cibo di strada: pane con panelle, milza e crocchette,  vavaluceddi,  trippa, cudduruna e sfincione,  infriulate, gratarella, panini con tritati speciali, pane cunzatu, fritturiedda di pesce, purpu, arancine, cannoli, roti di carretto, cassatelle, iris. Ma questa festa del gusto è allietata, anche, da musica, spettacoli , meeting, giochi e molto altro ancora.

Andiamo nel dettaglio degli Stands:

  • La Macelleria Il Cavallino, da generazioni, serve sempre carni nostrane, vi farà gustare: mangia e bevi, salsiccia, stigliola e custiceddi.
  • Friggitoria del Corso, dal 1878 i Lo Buglio con le panelle, caposaldo della loro attività, conquistano il palato di tutti i lercaresi nel mondo: arancine, panelle, crocchette, pane ca meusa, stigghiola, porchetta, salsiccia e cipolla.
  • Sorsi & Morsi, tradizione popolare con gusto: cudduruna, sfincione e trippa.
  • Panineria da Giacomo, Street Food internazionale che abbraccia la Sicilia: kebab, panelle, meusa, polpo.
  • Glamour Caffè, vi darà la possibilità di “sucare” la fantastica lumaca nostrana, gustare crêpes e, per tutti e 3 giorni, mega spaghettata.
  • Torronificio delle Madonie, mandorle, torrone doc e tantissime prelibatezze firmate Madonie: croccante di mandorle, torroni, caramelle, pasta di mandorle.
  • Ass. Segesta Gastronomia, direttamente da Segesta patria delle cassatelle, roti di carretto, sfince, cannoli, frittelle. Ci sarà il grande Maestro Pastaro Vincenzo Pampalone.
  • Microbirrificio Canale, berrete birra non pastorizzata, ma viva. Perché viva? Perché i lieviti continuano a vivere con la rifermentazione in bottiglia, metodo che questo microbirrificio attua. Fiore all’occhiello Lercarase proprio una “bella bionda”.

 

PROGRAMMA

Venerdì 28 settembre

I Badaboom (Piazza Indipendenza)

I Tre Terzi (Piazza Duomo)

Sabato 29 settembre

Geyser & Gatey (Piazza Garibaldi)

Ugo Adamo (Piazza Indipendenza)

Show 4×4 (Piazza Duomo)

Domenica 30 settembre

Trinacria Bedda Gruppo Folkloristico

Ferdinando Sclafani (Piazza Garibaldi)

Esposizione Auto da Corsa

Official Sponsor è il PUB 51 di Lercara Friddi.

 

Il Sicilia Street Food a Lercara Friddi, che bella invenzione.

[Foto tratte dalla Pagina Facebook “Sicilia Street Food Lercara]

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.