A Palazzo De Gregorio Ruggiero Mascellino in concerto con “L’Attesa” e tanti altri successi :ilSicilia.it
Palermo

L'evento è previsto sabato 23 settembre alle 21.15

A Palazzo De Gregorio Ruggiero Mascellino in concerto con “L’Attesa” e tanti altri successi

16 Settembre 2017

Sabato 23 settembre, alle ore 21.15, la Corte del cinquecentesco Palazzo De Gregorio, in via dell’Arsenale 132 a Palermo, ospiterà il concerto del Maestro Ruggiero Mascellino che presenterà il progetto musicale “L’Attesa” ed alcuni dei suoi principali successi discografici.

Ad accompagnare sul palco il Maestro Mascellino, che suonerà al pianoforte, ci saranno: Carmela Stefano alla fisarmonica, Gaspare Palazzolo al sax, Simone Ferrara alla chitarra elettrica, Marco Spinella al basso,Gabriele Palumbo alla batteria, e Salvo Compagno alle percussioni. Un concerto unico che vedrà protagonista la musica d’autore risuonare in una delle location storiche più belle del capoluogo siciliano.

L’evento, che rientra nella rassegna “De Gregorio Summer Live”, è a cura di Palazzo De Gregorio e dell’associazione “La scatola dei ricordi”; la Direzione artistica è del Maestro Ferdinando Caruso.

“Atlantis”, “Il caffè delle meraviglie”, “L’Attesa”, “Arabian jazz”: sono alcuni dei brani facenti parte del progetto discografico che Ruggiero Mascellino, con la sua orchestra, suoneranno per il pubblico di Palazzo De Gregorio.

Il compositore polistrumentista Ruggiero Mascellino, di origine madonita, è definito un vero fuoriclasse: la sua carriera annovera collaborazioni di tutto prestigio con Tosca, di cui è Direttore artistico, dopo il successo sanremese nel 2007 con “Il terzo fuochista”, Sting, Nicola Piovani, Beppe Vessicchio, Giuseppe Tornatore, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia, solo per citarne alcuni, oltre a quelle con importanti orchestre sinfoniche. “L’Attesa” rappresenta la 30esima pubblicazione discografica che porta la sua firma. Attualmente è docente di fisarmonica presso il Conservatorio “V. Bellini” di Palermo.

«Fin dai tempi de “Il Terzo Fuochista”, che ci ha visti collaboratori in un’avventura festivaliera – ha dichiarato il Maestro Beppe Vessicchio ricevo in regalo da Ruggiero splendide occasioni per lasciarmi trasportare in piacevoli traversate mediterranee, con la certezza di un itinerario vario, confortevole e allo stesso tempo stimolante. Quest’ultimo ambizioso progetto ne è l’ennesima testimonianza».

Il costo del biglietto è di 15 euro (comprensivi dei diritti di prevendita), disponibili anche sui circuiti Ticksweb.com eTicketone.it.

Per informazioni e prenotazioni: 347.9569227- 320.7733619. Mail: palazzodegregorio.info@gmail. com.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.