A Palermo cadono i pali della luce e non vi è un'illuminazione adeguata, ma c'è chi plaude a Comune e Amg :ilSicilia.it
Palermo

La discussione in Aula è durata cinque minuti

A Palermo cadono i pali della luce e non vi è un’illuminazione adeguata, ma c’è chi plaude a Comune e Amg

di
16 Gennaio 2019

E’ intervenuto in consiglio comunale il presidente dell’Amg energia s.p.a, Mario Butera chiamato a riferire, durante una seduta “lampo”, sul problema della sicurezza strade che viene meno anche per la mancanza di un’adeguata illuminazione, di pali della luce fatiscenti e l’inadeguatezza della manutenzione per quanto riguarda l’impianto di illuminazione. Secondo i consiglieri comunali del gruppo Sinistra comune: “L’amministratore unico della Amg energia s.p.a. Mario Butera ha dato una rappresentazione chiara degli interventi che sta mettendo a punto l’azienda. L’obiettivo è mettere in sicurezza la città ed evitare casi drammatici come quello dei giorni scorsi, con la caduta del palo“.

Il gruppo di Sinistra Comune. Da sx: Katia Orlando, Marcello Susinno, Barbara Evola, Giusto CataniaE’ chiaro che si tratta di un episodio non prevedibile, siamo rassicurati dall’attività di monitoraggio che sta effettuando l’Azienda su tutti pali della città per verificarne lo stato“.

Le polemiche di una parte della minoranze sono strumentali, pretestuose e prive di consistenza. Inoltre, ci sembra molto interessante che l’Amministratore unico dell’azienda si stia impegnando per superare le difficoltà ormai annose del servizio di illuminazione cittadino. Gli impianti sono vecchi ed è necessario intervenire con un piano di ammodernamento ed investimenti da parte dell’Amministrazione comunale al fine di continuare a garantire il carattere pubblico del servizio“.

La revisione del contratto di servizio – concludono – sarà un passaggio determinante per garantire la capillarità dell’illuminazione pubblica in tutta la città“.

Sandro TerraniCertamente la situazione non è delle migliori in città – afferma il capogruppo del Mov139, Sandro Terrani che aggiunge – soprattutto per la vetustà degli impianti esistenti, che non appena cadono due gocce d’acqua vanno in protezione, a causa dei continui allagamenti, perché non adeguati, così come la carenza di personale e pure in età non più giovane“.

Altrettanto preoccupante – conclude Terrani – la situazione che riguarda il palo caduto in via XII gennaio, che per fortuna non ha fatto vittime soltanto per puro caso, chiederò la verifica accurata su tutti i sostegni d’illuminazione di quella zona“.

Sabrina FigucciaDi tutt’altro avviso Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, “Città al buio, strade colabrodo, rifiuti onnipresenti e il Consiglio Comunale si riunisce per appena cinque minuti grazie alla complicità del presidente Orlando che, con un vero e proprio blitz, annuncia la fine dei lavori e manda tutti a casa”.

Chiamato in Aula per parlare delle emergenze della città, soprattutto quella relativa all’illuminazione pubblica, il presidente di Amg, Mario Butera, ha parlato per poco più di 5 minuti, senza rispondere praticamente a nulla. Anzi, ha ammesso candidamente che gli interventi non previsti sono superiori rispetto a quelli programmati. Questo, tradotto in altri termini, significa che la partecipata chiede ed ottiene dal Comune somme non preventivate per manutenzioni straordinarie, che invece dovrebbero, se opportunamente previste, rientrare tra quelle ordinarie“.

Una situazione catastrofica, insomma, che é ben nota ai palermitani e che, con il crollo di un palo della luce in pieno centro, testimonia tutte le proprie incapacità. È emerso inoltre che il palo crollato non era fra quelli maggiormente monitorati perché non considerato a rischio in quanto risalente ad una installazione del 2000, quando, guarda caso, il sindaco era l’immarcescibile Orlando“.

Quelle di Butera sono parole che pesano come un macigno, perché ciò significa che nessuno di noi è al sicuro per le vie della città. Per questo ho già presentato questa mattina un’interrogazione per conoscere i numeri esatti di tutti gli impianti monitorati e dei criteri previsti. Nessuno giochi con la sicurezza dei cittadini”.

LEGGI ANCHE:

Tragedia sfiorata a Palermo: cade un palo in centro, distrutta un’auto | Foto

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin