A Palermo con il il simbolo del Pd: torna la Festa dell'Unità ed è subito campagna elettorale | CLICCA PER VIDEO E FOTO :ilSicilia.it
Palermo

L'evento inaugurale a Villa Filippina

A Palermo con il il simbolo del Pd: torna la Festa dell’Unità ed è subito campagna elettorale | CLICCA PER VIDEO E FOTO

di
29 Settembre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO E LE FOTO IN BASSO

Dopo quasi 10 anni di assenza, la Festa dell’Unità ritorna a Palermo, a Villa Filippina. Occhi puntati sulla linea programmatica del Pd e sul capoluogo siciliano in vista delle amministrative 2022. A moderare il primo confronto, il direttore editoriale de ilSicilia.it Maurizio Scaglione.

Fino al 3 ottobre, momenti di confronto si alterneranno a spettacoli, visite guidate e vaccinazioni. Tra le tematiche di questa sei giorni, le opportunità del Pnrr, la gestione rifiuti nella Città Metropolitana di Palermo ma, si discuterà anche di infrastrutture, di porti, autostrade e cultura tra diritti civili e crisi internazionali.

Focus principale, chiamato in causa dal titolo della kermesse politica “Destinazione contentezza: Un futuro per le città”, è però la corsa per le amministrative di Palermo e la preparazione, sempre più nel vivo, della campagna elettorale che porterà al nuovo inquilino di Palazzo delle Aquile nell’era del post Leoluca Orlando.

Rosario Filoramo

Per Rosario Filoramo, Segretario provinciale del Pd, la manifestazione dem è un’ occasione per parlare di politica uscendo dal dibattito social per riappropriarsi di uno spazio reale, dei luoghi delle città, per un dibattito tra persone nel rispetto delle norme anti-Covid 19. “Abbiamo eleaborato – dice Filoramo – una serie di proposte che spiegano cosa pensa il Partito Democratico sulla scuola a Palermo, sul Pnrr, sulla gestione dei rifiuti, sul trasporto pubblico, sui servizi sociali. Saranno la base di partenza di un ragionamento sul futuro delle città. Lanciamo una proposta innovativa: è vero che il prossimo anno si voterà per l’elezione del sindaco di Palermo ma, il tema della Città Metropolitana, di un territorio con un milione e duecento persone, con due porti, un aeroporto , con un patrimonio culturale immenso, con le aree del corleonese e del partinicese votate all’agricoltura oltre alle 4 aree industriali. Se le mettiamo a rete renderanno di più di quanto abbiano reso fino ad oro. Basta particolarismi e via con la coesione del territorio. Voteremo ognuno nei nostri comuni ma con un’idea di Città Metropolitana”.

Daniele Vella

Presente all’incontro, Danele Vella componente della segreteria regionale e dell’Assemblea nazionale del Partito Democratico che ha fatto il punto sull’iniziativa delle Agorà democratiche e su un’altra campagna elettorale molto importante, quella che porterà all’elezione del nuovo Presidente della Regione Siciliana. “ Il progetto Agorà – precisa Vella – è stato fortemente voluto dal Segretario nazionale Enrico Letta ed è un’iniziativa di apertura rivolta soprattutto a chi non è iscritto al Pd. Con la piattaforma Agorà democratiche, chiunque può iscriversi e candidarsi a un’agorà con un tema preciso. Da queste assemblea (composta per metà da non iscritti) verranno delle proposte che, se sostenute, faranno parte del partito democratico”.

Sul tema delle alleanze per le regionali, Vella ha ricordato l’esperimento con il Movimento Cinque Stelle (ancora in evoluzione) ma ha ricordato come si stia guardando anche ad un altro fronte: quello dei moderati, dei cattolici e dei riformisti. Musumeci – spiega Vella – ha fallito gli appuntamenti focali della Sicilia, in primis quello ambientale, patrimonio del Pd. Dobbiamo incalzare anche quelle forze moderate (che del Governo regionale fanno parte), e che hanno criticato  alcune azioni del governo stesso. Noi siamo qui, pronti a confrontarci su valori e programmi“. 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin