26 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.09
Palermo

dal 2 al 4 maggio 2019

A Palermo esperti a confronto sulla “Complessità clinica e assistenziale”: ilSicilia.it intervista il professore Corrao | Video

24 Aprile 2019

 

Guarda in alto la video intervista

Si terrà dal 2 al 4 maggio 2019 la IV edizione del congresso “Complessità clinica e assistenziale“. Lo scopo del convegno è quello di ribadire i concetti di complessità applicati alla componente squisitamente clinica, che non può prescindere dalle tematiche assistenziali che investono quel lato della complessità gestionale e strategica tipica della clinical governance.

Questo convegno riunisce anche in questa IV edizione innumerevoli esperti nazionali di rilevanza internazionale dei vari settori scientifici al fine di promuovere un update e una crescita culturale della classe medica, seppur nel limite di un singolo evento. Con queste due giornate si vuole sottolineare l’essenzialità dell’approccio olistico, inteso non solo come visione clinica quanto più ampia possibile ma soprattutto come profonda comprensione della complessità clinica e assistenziale” afferma il professore Salvatore Corrao, Direttore dipartimento di Medicina – Arnas Civico Palermo.

La medicina interna deve interrogarsi sul suo passato e presente per costruire un futuro capace di coniugare gli aspetti variegati della complessità di sistema con la pratica clinica d’eccellenza, “Si deve garantire – aggiunge Corrao – il più possibile l’appropriatezza degli interventi diagnostico-terapeutici e in definitiva della qualità dell’assistenza nell’interesse primo e ultimo del paziente-persona”.

Il fine è contribuire ad affrontare sia l’assalto epidemiologico del paziente sempre più anziano e con sempre più comorbilità sia la tematica della sostenibilità del sistema e dell’innovazione terapeutica.

 

SCARICA IN BASSO IL PROGRAMMA:

Convegno Complessità clinica e assistenziale

Iscriviti all’evento

 

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.