A Palermo il quindicesimo congresso di Legacoop Sicilia :ilSicilia.it

giovedì 21 marzo

A Palermo il quindicesimo congresso di Legacoop Sicilia

di
19 Marzo 2019

La cooperazione come strumento per arginare la crisi e creare nuova imprenditoria in Sicilia soprattutto tra giovani e donne. Il dato emerge dal report realizzato da Legacoop Sicilia che prende in esame l’ultimo triennio e che sarà presentato giovedì 21 marzo a Palermo al San Paolo Palace Hotel (via Messine Marina 91) in occasione del il 15esimo congresso di Legacoop Sicilia dal titolo “Rivoluzioni cooperative. Imprese di persone che generano comunità e futuro”.

A tirare un bilancio sulla cooperazione commentando e illustrando l’andamento di questi anni e le prospettive per il futuro, sarà il presidente regionale Pietro Piro, alla guida dell’organizzazione dal 2014 dopo esserne stato a lungo direttore regionale.  Dal 2014 al 2017 l’associazione ha registrato l’adesione di 113 nuove realtà imprenditoriali, tra cui diverse start up soprattutto nel settore agroalimentare e di produzione lavoro e servizi in vari ambiti tra cui quello culturale, turistico, della ristorazione. “Ad essere più forte oggi tra i soci – dice Pietro Piro – sono anche i valori dell’impresa cooperativa su cui l’Organizzazione si è molto impegnata negli ultimi anni anche con  momenti di formazione che andranno intensificandosi anche nei prossimi anni”.

I lavori avranno il via alle 9,30. Dopo la relazione di Piro saranno eletti i nuovi organismi e il nuovo presidente. Cinque i  “pilastri” del manifesto “Cambiare l’Italia Cooperando” al centro di questa stagione congressuale per ridare slancio alla figura e al ruolo dell’imprenditore cooperativo che vuole contribuire a creare e far crescere una società più equa e più giusta: lavoro, sostenibilità, legalità, innovazione e welfare.

Legacoop Sicilia rappresenta oggi 1351 imprese per un fatturato complessivo di oltre 2 miliardi e mezzo di euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin