A Palermo la mostra "Torsioni e labirinti", Samonà: "Invito alla riflessione e rigenerazione" :ilSicilia.it
Palermo

a Palazzo Belmonte Riso

A Palermo la mostra “Torsioni e labirinti”, Samonà: “Invito alla riflessione e rigenerazione”

di
12 Ottobre 2021

Venerdì 22 ottobre alle 17.30, nello spazio espositivo della Foresteria di Palazzo Belmonte Riso sede del Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo si inaugura “Torsioni, labirinti. Forme e scritture asemiche del terzo millennio”, personale di Enzo Tardia a cura di Tanino Bonifacio e Aldo Gerbino. All’inaugurazione saranno presenti l’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà e il Direttore del Museo, Luigi Biondo.

La mostra, che riunisce un’accurata selezione di lavori che coprono l’arco temporale dal 2013 al 2021, è corredata da un catalogo (Edizioni Plumelia) con testi introduttivi di Luigi Biondo e Alberto Samonà, e da un registro critico firmato da Aldo Gerbino, Tanino Bonifacio, Francesco Gallo-Mazzeo e Margherita Musso.

Con le sue opere Enzo Tardia ci invita a tornare ad un’essenzialità fatta di elementi lineari, richiamandoci alla necessità di sfrondare la nostra esistenza dalle superfetazioni e concentrarci sugli elementi cardine che la costituiscono. A riprendere in mano la nostra vita partendo da punti certi. Un invito alla riflessione e alla trasformazione – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – che parte dal Museo, un luogo che sempre più recupera la dimensione di centro di elaborazione critica del pensiero, laboratorio culturale che si esprime nei compositi linguaggi dell’arte“.

Enzo Tardia, come scrive Aldo Gerbino, offre “il suo percorso labirintico in quel ritmo algido sospinto costantemente da un’aspirazione di centralità, al fine di ancorarsi sempre più all’archivio della memoria“.

Un arco creativo, quello dell’artista trapanese (1960), sottolineato negli anni da artisti e critici quali Renzo Bertoni, Francesco Carbone, Dario Micacchi, Turi Sottile, Ugo Attardi, Giorgio Celli, per citarne alcuni.

In un periodo difficile e surreale come quello del Covid 19 – dice Luigi Biondo, Direttore del Museo Museo Riso – mostre ed eventi diventano un mezzo potente per combattere il tempo sospeso e condurci verso la ricerca di verità celate. Lo spirito di questa nuova esperienza di Enzo Tardia arricchisce gli spazi di Palazzo Belmonte Riso di una nuova consapevolezza, di uno status e di un modus operandi che, transitando dal colore alle forme geometriche, ci avvolge e ci conquista, accompagnandoci verso un nuovo viaggio più ricco e consapevole della ricerca di un’essenza legata all’io moderno e contemporaneo“.

Durante l’inaugurazione Tommaso Romano, poeta e Presidente della “Fondazione Thule”, presenterà la monografia “Elogio della Simmetria. L’arco creativo di Enzo Tardia”, Edizioni-Thule, 2020, a cura di Aldo Gerbino.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin