A Palermo le visite guidate alla postazione militare della II Guerra Mondiale del Foro Italico :ilSicilia.it
Palermo

sabato 11 e domenica 12 maggio

A Palermo le visite guidate alla postazione militare della II Guerra Mondiale del Foro Italico

9 Maggio 2019

Dopo quasi un anno riapre le porte al pubblico, a Palermo, la Casamatta militare della Seconda Guerra Mondiale che si trova sul litorale del Nautoscopio Arte, al Foro Umberto I, e il cui accesso è da piazzetta di Capitaneria di Porto, accanto la Cala.

Insieme ai ricercatori storici dell’associazione culturale Palermo Pillbox Finders, si potrà conoscere storia, caratteristiche e peculiarità di questa piccola fortificazione militare, edificata negli anni ’40, e posta a difesa del Porto di Palermo, nonchè apprendere usi, abitudini e stili di vita dei militari che, in quegli anni, hanno ben conosciuto come si viveva, o meglio sopravviveva, in queste fortificazioni difensive. Non mancheranno narrazioni di eventi e fatti storici che hanno interessato il nostro territorio fino all’entrata degli americani a Palermo, il 22 luglio del 1943.

Per l’occasione, la Casamatta sarà allestita con alcuni cimeli e repliche dell’epoca con le quali i visitatori potranno anche interagire, e che serviranno a ricreare l’ambiente in cui operavano i soldati durante la guerra come in una sorta di piccolo museo tematico interattivo, consentendo a cittadini e turisti di fare un salto indietro nel tempo.

L’evento è inserito all’interno del programma ufficiale della Settimana delle Culture, in corso a Palermo dall’11 al 19 maggio, ha il Patrocinio del Comune di Palermo, ed è anche in collaborazione con Nautoscopio Arte e Tacus Arte Integrazione Cultura.

Le giornate di visita saranno sabato 11 e domenica 12 maggio, per tutta la giornata (ore 9-19).

L’ingresso è gratuito, ed inoltre ci sarà la possibilità di condurre la visita guidata anche in lingua inglese e tedesca.

Info: palermopillboxfinder@libero.it

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.