A Palermo sfregiata la "Santa morte", icona murale della Vucciria :ilSicilia.it
Palermo

in piazza garraffello

A Palermo sfregiata la “Santa morte”, icona murale della Vucciria

di
17 Luglio 2018

“È vero, le immagini hanno una forza devastante. Qualcuno ha sfregiato il dipinto che ho realizzato in Vucciria alcuni mesi fa. Mi dispiace tanto”. Scrive così in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, Igor Scalisi Palminteri, l’artista che ha realizzato “La Santa Morte”, l’opera raffigurata in piazza Garraffello, alla Vucciria.

santa morte
L’opera prima dello sfregio

Un sorriso dedicato allo stupido che ha coperto il volto della mia Santa Morte! Io ed i miei amici del cortile della morte abbiamo deciso di sistemare la pittura”. Dopo lo sfogo, l’invettiva nei confronti dell’anonimo “sfregiatore” e il proposito di restaurare il dipinto.

Si tratta di un’immagine inquietante che colpisce proprio per il suo fascino, per così dire, “gotico” che ben si sposa con l’atmosfera decadente della piazza e del quartiere. A qualcuno non piaceva o era semplicemente in vena di vandalismo.

A maggio aveva fatto la sua comparsa su un muro dello storico mercato della Vucciria, ripropone i tratti caratteristici delle Icone ma al posto del Cristo c’è un teschio e sullo sfondo, color oro, due scritte: Santa e Morte.

Nei mesi scorsi, il murales ha diviso le opinioni dei cittadini: da un lato chi la considera un’opera d’arte metafora dell’imminente dipartita del mercato storico, dall’altra chi pensa che sia inadeguata al contesto. Nelle scorse ore è stata deturpata e adesso Scalisi si ripromette di restaurarla.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.