A Palermo torna Autunno al Bellini, un viaggio nella Sicilia dei grandi | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

SABATO 30 NOVEMBRE

A Palermo torna Autunno al Bellini, un viaggio nella Sicilia dei grandi | FOTO

di
26 Novembre 2019
circa 1890: French actress Sarah Bernhardt (1844 - 1923), as 'Theodora.' (Photo by W. & D. Downey/Getty Images)

GUARDA FOTO IN ALTO

Al via il quarto appuntamento di “Autunno al Bellini“, evento che si terrà sabato 30 novembre 2019. Nella platea del teatro di Piazza Bellini, sarà portata in scena “Tante Sicilie. L’isola dei grandi narratori siciliani“, rassegna di visite teatralizzate, e in mostra l’opera dell’architetto e regista cileno Alfredo JaarDue o tre cose che so sui mostri“.

Appuntamento alle ore 20, e in replica alle 21 e alle 22, con i molteplici volti della Sicilia di Quasimodo, Pirandello, Pitrè e gli altri grandi narratori siciliani dalla voce di Stefania Blandeburgo, accompagnata da musiche e arie eseguite da Alessandra Pipitone con i tenori Nuccio Anselmo e Francesco Ciprì.

Un viaggio in Sicilia tra le pagine dei grandi siciliani del novecento che l’hanno raccontata, dando un contributo fondamentale per descrivere un luogo fatto da una luce radiosa che illumina i monti, dall’asprezza della terra, da mitologici personaggi che ne contenevano tutto quello splendore, la poesia delle parole dei grandi narratori siciliani ci restituirà il racconto di un’isola sacra e piena di passioni, per reimmergerci in un passato onirico e sempre presente tra le meraviglie della Sicilia.

Inoltre vi saranno visite guidate per rievocare la memoria di Sarah Bernhardt, detta La voix d’or, considerata una delle attrici teatrali più importanti del XIX secolo, che ha prestato il volto a personaggi femminili di grande calibro, diventando simbolo della femminilità sui palcoscenici di tutto il mondo. Interpretò al Teatro Bellini, nel 1889, ruoli come La dame aux Camelias e Fedora, parti assolutamente congeniali alla sua forza scenica, al suo temperamento e all’intensità del suo volto.

Il suo ingresso nella storia della letteratura teatrale si deve anche ad altri fattori, nel contesto del dibattito di fine secolo sulla donna, la figura dell’attrice ha un ruolo ambiguo e complesso, ma personaggi femminili di questo calibro erano anche donne- impresario con compagnie proprie e controllavano tutti i dettagli delle regie, sembravano simboli della “donna nuova” e della capacità della donna di essere indipendente e di affermarsi professionalmente.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin