A Portopalo di Capo Passero per il Mo'Sta Fest 2019 |IL PROGRAMMA | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Siracusa

Dall'11 al 13 ottobre

A Portopalo di Capo Passero per il Mo’Sta Fest 2019 |IL PROGRAMMA

9 Ottobre 2019

Cari Watson, la vostra Patti Holmes, per il weekend che va da venerdì 11 a domenica 13 ottobre, vi accompagna a Portopalo di Capo Passero (SR) per il Mo’Sta Fest 2019.

Portopalo Capopassero

In questa tre giorni, che è vetrina del territorio, di altissimo livello culturale e valenza turistica, è possibile degustare prodotti tipici della nostra isola come la mostarda di uva e suoi derivati dolci e salati. Saranno realizzati, inoltre, bozzetti 3×3 di sabbia colorata, “Insabbiata”, che avranno per tema “usi e costumi di sicilia” lungo le vie del paese.  L’Insabbiata verrà aperta dall’Assessore Regionale all’Agricoltura e Pesca On. Edy Bandiera, che ha patrocinato la manifestazione, insieme all’Assessore Regionale al Turismo On. Manlio Messina e ai deputati Regionali Rossana Cannata e Pippo Compagnone.  Prima di scendere nei dettagli del programma, qualche pillola sulla magia di Capo Passero, che incanta al primo sguardo.

Il comune più a sud della Sicilia, nel suo territorio accoglie: l’Isola di Capo Passero, che si trova a poche decine di metri dalla terraferma, e l’Isola delle Correnti, un luogo di confine sconfinato, essendo spartiacque, quasi metaforico, o abbraccio più poeticamente tra il mar Ionio e il mar Mediterraneo. Questo territorio fu abitato sin dall’antichità dai berberi durante l’Emirato di Sicilia.

Il villaggio fu, inizialmente, chiamato Capo Pachino, poi Terra Nobile e, infine, Porto Palo di cui fu fondatore don Gaetano Deodato Moncada che, interessandosene fin dal 1778, nel 1792 fece edificare, a sue spese, un centinaio di case intorno alla tonnara. Solo il 23 marzo 1975 divenne comune autonomo, per merito del Dott. Salvatore Gozzo, e con il nome completo di Portopalo di Capo Passero.

Cosa vedere a Portopalo
Questo incantevole borgo è famoso non soltanto per il suo bellissimo mare, ma anche per il Castello Tafuri che, fatto costruire in stile liberty dal marchese Bruno di Belmonte nel 1935, passò in seguito a Fabrizio Tafuri, ecco spiegato il perché del nome.L’Isola di Capo Passero vanta spiagge dorate e grotte marine e, qui, si trova il Forte Carlo, una struttura risalente al 1500, interamente ristrutturata e sovrastata da una statua bronzea della Madonna. Dalla terrazza panoramica si abbraccia un panorama mozzafiato. L’Isola delle Correnti è collegata a Portopalo da una stretta lingua di terra, ci si trova all’incrocio tra il mar Ionio e il mar Mediterraneo, dove le acque creano vortici, flutti e riflessi. L’unico segno della presenza umana è rappresentato dal faro, oggi disabitato.

Programma 

Venerdì 11 ottobre – Via Lucio Tasca

Alle 16
Inizio realizzazione dei bozzetti Insabbiata e Infiorata

Alle 17
Apertura degli stand Expo Sagra della Mostarda

Alle 19
Esibizione dello chef gourmet Roberto Pirelli – Ristorante VIDI

Alle 19,30
Esibizione del sassofonista G. Torrisi

Sabato 12 ottobre

Alle ore 17
Apertura degli Stand Expo Sagra della Mostarda

Alle 19
Inaugurazione “Insabbiata” con l’Assessore Regionale all’Agricoltura e Pesca On. Edy Bandiera, l’Assessore Regionale al Turismo On. Manlio Messina e i deputati Regionali Rossana Cannata e Pippo Compagnone.

Alle 19,15
Il Palio dei Normanni da Piazza Armerina

Alle 20
Esibizione dolci gourmet di Michele Dinatale

Alle 21
Esibizione Band Folcloristica “I Terrarsa”

Domenica 13 ottobre

Alle 17
Apertura degli stand Expo Sagra della Mostarda

Alle 19
Esibizione del violinista M. Distefano

Alla manifestazione sarà presente lo stand del consorzio della Mandorla di Avola – Nele Nobile e la storia del NEROPACHINO.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.