A Roccalumera la mostra in onore di Salvatore Quasimodo :ilSicilia.it
Messina

Venerdì 29 Novembre

A Roccalumera la mostra in onore di Salvatore Quasimodo

di
27 Novembre 2019

In arrivo la mostra “I Lirici Greci – Tradurre la Bellezza.” che verrà inaugurata venerdì 29 Novembre al Parco Letterario Quasimodo di Roccalumera (ME).

L’evento è organizzato in collaborazione tra Parco Letterario Quasimodo/Club Amici di Quasimodo, Naxoslegge, Liceo “Caminiti-Trimarchi”, con il contributo dell’Assessorato Regionale Beni Culturali e con il patrocinio della Città Metropolitana di Messina, del Comune di Roccalumera e dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani.

Si tratta di un omaggio a Salvatore Quasimodo, traduttore dei Lirici greci, realizzato dal maestro Alessandro La Motta per l’Edizione 2018 di Naxoslegge .

La mostra è, infatti, nata in occasione dell’anniversario dei 50 anni dalla morte di Salvatore Quasimodo.

Le celebrazioni continuano anche nel 2019 per il 60° anniversario della assegnazione del Nobel al grande scrittore siciliano.

Proprio in occasione dell’anniversario del Nobel, gli organizzatori hanno pensato di consentire al pubblico di poter visitare la mostra dedicata a Quasimodo, esponendola proprio nel Parco letterario di Roccalumera, con la partnership del parco stesso, del Liceo Caminiti Trimarchi di S.Teresa di Riva e di ”Naxoslegge”.

Si parlerà di Quasimodo traduttore, e del suo interesse nelle riscritture dell’antico, tema molto caro agli organizzatori del festival siciliano, giunto alla IX edizione, impegnato anche sul fronte della comunicazione dell’antico, soprattutto in collaborazione con il Parco archeologico di Naxos-Taormina.

La mostra, di fatto, è una occasione per approfondire il tema della traduzione, le sue diverse declinazioni, specie nel rapporto con i canoni e i paradigmi, nonché gli archetipi, del mondo classico.

Non a caso, anche in occasione della prima esposizione, avvenuta a Messina, nel settembre 2018, la mostra è stata accompagnata da momenti di riflessione sul tema della traduzione, con il coinvolgimento di studiosi, filologi classici e contemporaneisti, che hanno dato un importante contributo al progetto.

La mostra verrà curata in collaborazione con la Prof.ssa Fulvia Toscano, Direttore artistico di Naxoslegge, e resterà aperta sino al 10 Dicembre 2019, in concomitanza con l’evento finale che si terrà a Roccalumera tra Antica Filanda e Parco Letterario , che avrà come titolo “Il Classico Fuoco del poeta e traduttore. Quasimodo nel 60° del Premio Nobel “, con annesso “viaggio sentimentale” dei partecipanti al Parco Letterario.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin