A San Cataldo per la "Festa della Madonna Assunta" :ilSicilia.it
Banner Bibo
Caltanissetta

Il clou della solennità, il 15 agosto

A San Cataldo per la “Festa della Madonna Assunta”

di
13 Agosto 2019

La nostra amata Sicilia, in ogni stagione, in particolare in estate, è ricca di feste religiose, sagre del gusto, tradizioni di un passato che diventa presente, e il nostro viaggio nel suggestivo entroterra nisseno, luogo di malìa, e precisamente a San Cataldo, per la Festa della Madonna Assunta, ne è una dimostrazione.

Prima di raccontarne i festeggiamenti, che raggiungono il clou il 15 agosto, come da nostra abitudine, qualche pillola su questa cittadina che tanto ha da dirci.

San Cataldo

San Cataldo

San Cataldo era originariamente chiamato “Casale Chaliruni”, (dal greco Kalyroon che significa “Scorro bellamente”, riferito al fiume “Salito” che l’attraversa), dai Cauloni di Calabria che vi si sarebbero trasferiti. Dopo che i normanni cacciarono gli arabi, il feudo divenne proprietà dei Barresi ma, nel 1300, a causa della ribellione di Giovanni Barresi fu concesso da Federico III, re di Trinacria, a Bernardo de Siniscalco che lo divise in due baronie: Nixima e Fiume Salato. Dopo vari passaggi il 5 luglio del 1496 passò nelle mani di Antonio Salomone e da questi  alla figlia Violante de Jaen Salomone che la portò in dote, il 24 aprile del 1549, al marito Nicolò Lancellotto Galletti. Il 18 luglio 1607, il nipote di Lancellotto, Nicolò Galletti, chiese al re di Sicilia Filippo II lo “Jus Populandi et Aedificandi” che ottenne, però, suo figlio Vincenzo, nel 1621, da Filippo III, chiamando il feudo “San Cataldo“.

Festa della Madonna Assunta

San Cataldo

Adesso penetriamo nella solennità dell’Assunzione di Maria. Fin dal IV secolo la Chiesa celebra la festa della Dormizione della Vergine, ma nel 1950 Papa Pio XII definì il dogma che “l’Immacolata Vergine alla fine della sua vita terrena fu assunta in cielo in anima e corpo”. A San Cataldo, la festa dell’Assunta si celebra, annualmente, presso la Chiesa di San Francesco “Ex-Cappuccini”. La processione, nel 1957, si svolgeva con l’urna della Vergine dormiente che, col tempo, venne sostituita da una statua lignea. Questa festa, le cui origini vengono collocate intorno alla metà del Settecento, ha inizio l’ultima domenica di luglio quando, nel pomeriggio, viene esposta l’antica statua in cera della Madonna Assunta, nella forma della «dormitio Virginis», collocata nel transetto destro del Duomo di San Cataldo.

Dal 31 luglio al 14 agosto, si svolge la “Quindicina di preghiera” in onore dell’Assunta: alle 17.30, ogni giorno, è prevista nella chiesa Madre, la recita del Santo Rosario, animato da varie realtà ecclesiali, e alle 18, dopo il canto delle Litanie alla Madonna, la Santa Messa.

Il 14 agosto, la “Vigilia della solennità dell’Assunzione di Maria“, nel pomeriggio, presso la Chiesa “ex-Cappuccini”, vengono cantate le Litanie, celebrata la Messa solenne e fatto un omaggio floreale alla Madonna.

Il 15 agosto, invece, ventuno colpi di cannone e il suono festoso delle campane annunciano la Festa dell’Assunta; alle 19.30 Messa solenne in piazza Madrice e, a seguire, la processione della Madonna per le vie principali della Città, con fuochi d’artificio finali davanti la Chiesa di San Francesco.

Viva la Madonna Assunta e la Sicilia, terra ricca di spiritualità.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco