A San Cono, frazione di Rometta, la "Sagra dell'Asparago Pungitopo" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Messina

Il 6 luglio

A San Cono, frazione di Rometta, la “Sagra dell’Asparago Pungitopo”

di
3 Luglio 2019

La Sicilia è terra di bontà e infatti, in autunno, inverno, primavera ed estate è un proliferare di sagre che permettono di scoprire le tante ricchezze dei territori.

La “Sagra dell’Asparago Pungitopo“, il 6 luglio, a San Cono, frazione collinare del comune di Rometta (ME), vuole promuovere lu “Sparicu Sabbaggiu” o “Spina Pulici”, in siciliano, per condurvi in un entusiasmante viaggio gastronomico.

Rometta
Questa incantevole cittadina, conquistata, nel 965, dai Saraceni e fino al XIX secolo chiamata Rametta, vi incanterà con le sue bellezze. Potrete ammirare i ruderi di uno storico castello che deve l’originalità delle fortificazioni, capaci di sfidare aggressioni o assedi, facendola considerare l’acropoli della città di Messina e i cui abitanti vi si rifugiavano nei momenti di percolo, a Federico II. Terra di uva, olive, agrumi, cereali, frutta e l’allevamento di ovini, bovini e suini, è nota per la costruzione delle cornamuse e la lavorazione artistica del legno. Oltre alla bellezza paesaggistica e monumentale Rometta offre al turista manifestazioni quali il Premio nazionale di poesia e saggistica “Città di Rometta” (15 luglio) e il Palio delle Contrade con corteo storico saraceno-bizantino (15 agosto).

Sagra Rometta

Sagra dell’Asparago Pungitopo
La Sagra, giunta alla 10° edizione, prevede degustazioni di pietanza a base di pungitopo che, allietate da gruppi musicali e folk, danno la possibilità di far conoscere ai visitatori, sempre più numerosi di anno in anno, le qualità di un pregiato prodotto del sottobosco, diffuso in diverse aree del territorio siciliano, che sta diventando un frutto sempre più raro, utilizzato in diversi piatti tipici della tradizione rurale. L’Asparago pungitopo è una pianta sempreverde della macchia mediterranea il cui germoglio o turione, di colore bruno-violaceo, spunta in primavera nascosto in rami spinosissimi.

In cucina si prepara allo stesso modo di quello coltivato, la differenza è nel sapore più amarognolo di cui la cucina romettese magnifica le qualità. Verranno, a tal proposito, approfondite le origini culinarie attraverso pietanze a base di questa caratteristica pianta selvatica. L’Asparago Pungitopo, inoltre, ha effetti positivi sull’organismo, agendo come anti infiammatorio delle vie urinarie e, in passato, veniva impiegato in decotti per curare i calcoli renali, le cisti e l’artrite. Il titolo di questa edizione, che prevede un menù completo, dall’antipasto alla frutta, a base di pungitopo è: “… dalle sane tradizioni della vita rurale alle prelibatezze della cucina…”.

Vive le belle tradizioni siciliane.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin