A San Vito Lo Capo, Bagli, Olio e Mare: un nome, un garanzia | IL PROGRAMMA | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

Dal 26 al 28 luglio

A San Vito Lo Capo, Bagli, Olio e Mare: un nome, un garanzia | IL PROGRAMMA

di
25 Luglio 2019

La nostra gustosa tappa è San Vito lo Capo (TP), nell’incantevole Baia Santa Margherita, località Castelluzzo, Cala Seno dell’Arena, per “Bagli, Olio e Mare“, rassegna enogastronomica legata alla promozione del territorio di Macari e Castelluzzo. L’archeologia rurale con i suoi bagli, la valorizzazione dell’olio e dei presidi slow food, il mare con una baia incontaminata: ecco gli ingredienti di questo evento cucito su misura per gli amanti del mare, della cultura, della natura, del buon cibo e del buon bere.

Bagli Olio e mare San Vito Lo Capo

Bagli, Olio e Mare
Bagli: le residenze estive di personaggi facoltosi di un tempo, fortezze a cielo aperto, all’interno di alte mura che li proteggevano e in cui si svolgeva la vita sociale e lavorativa, costruite a forma circolare. Una visita guidata a uno dei Bagli più noti e caratteristici della zona, vi farà vivere appieno l’atmosfera di uno ieri che diventa oggi.
Olio: prodotto tipico del luogo e, infatti, non a caso tutta la zona di Castelluzzo e dintorni in passato era nota come “la Valle degli Ulivi“. Attraverso la degustazione di piatti tipici, con l’offerta di tre menù, ogni giorno con primi piatti diversi e bruschetta e secondo di pesce azzurro fritto dentro grandi pentoloni durante il pranzo e la cena, frutta, cassatella, dolce tipico di ricotta, vino, scoprirete i sapori del luogo.
Mare: il magnificente palcoscenico delle tre giornate è la spiaggia di Baia Santa Margherita, luogo protetto da due riserve naturali, quella di Monte Cofano e quella dello Zingaro. Oltre a godere del mare cristallino durante tutto il giorno, al calar del sole potrete assistere a tramonti più unici che rari.

Bagli Olio e mare San Vito Lo Capo

Questo evento, già da qualche anno, coinvolge tutto il paese di Castelluzzo che vede i pescatori, insieme ai ristoratori locali, coccolare i tanti partecipanti con tantissime specialità e il pescato del giorno fritto, che potranno smaltire l’indomani con una bella nuotata, una passeggiata dai profumi inebrianti, immersi in uno scenario dalla bellezza indescrivibile. Concludiamo questo itinerario emozionale e sensoriale con i tre menù.

IL PROGRAMMA

Venerdì 26 luglio

Bruschetta, Busiate alla trapanese, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Sabato 27 luglio

Bruschetta, Bucatino con sarde e finocchietto, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Domenica 28 luglio
Bruschetta, Busiate alla Norma, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Presidi Slow Food:

  • Pomodoro Pizzutello di Paceco
  • Mandorle di Noto
  • Aglio Rosso di Nubia
  • Sale Marino di Trapani
  • Grano Timilia
  • Melone Cartucciaro di Paceco

Dal 26 al 28 luglio

Villaggio Enogastronomico Baia Santa Margherita con degustazione pubblica di 10 euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.