A San Vito Lo Capo, Bagli, Olio e Mare: un nome, un garanzia | IL PROGRAMMA | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Trapani

Dal 26 al 28 luglio

A San Vito Lo Capo, Bagli, Olio e Mare: un nome, un garanzia | IL PROGRAMMA

di
25 Luglio 2019

La nostra gustosa tappa è San Vito lo Capo (TP), nell’incantevole Baia Santa Margherita, località Castelluzzo, Cala Seno dell’Arena, per “Bagli, Olio e Mare“, rassegna enogastronomica legata alla promozione del territorio di Macari e Castelluzzo. L’archeologia rurale con i suoi bagli, la valorizzazione dell’olio e dei presidi slow food, il mare con una baia incontaminata: ecco gli ingredienti di questo evento cucito su misura per gli amanti del mare, della cultura, della natura, del buon cibo e del buon bere.

Bagli Olio e mare San Vito Lo Capo

Bagli, Olio e Mare
Bagli: le residenze estive di personaggi facoltosi di un tempo, fortezze a cielo aperto, all’interno di alte mura che li proteggevano e in cui si svolgeva la vita sociale e lavorativa, costruite a forma circolare. Una visita guidata a uno dei Bagli più noti e caratteristici della zona, vi farà vivere appieno l’atmosfera di uno ieri che diventa oggi.
Olio: prodotto tipico del luogo e, infatti, non a caso tutta la zona di Castelluzzo e dintorni in passato era nota come “la Valle degli Ulivi“. Attraverso la degustazione di piatti tipici, con l’offerta di tre menù, ogni giorno con primi piatti diversi e bruschetta e secondo di pesce azzurro fritto dentro grandi pentoloni durante il pranzo e la cena, frutta, cassatella, dolce tipico di ricotta, vino, scoprirete i sapori del luogo.
Mare: il magnificente palcoscenico delle tre giornate è la spiaggia di Baia Santa Margherita, luogo protetto da due riserve naturali, quella di Monte Cofano e quella dello Zingaro. Oltre a godere del mare cristallino durante tutto il giorno, al calar del sole potrete assistere a tramonti più unici che rari.

Bagli Olio e mare San Vito Lo Capo

Questo evento, già da qualche anno, coinvolge tutto il paese di Castelluzzo che vede i pescatori, insieme ai ristoratori locali, coccolare i tanti partecipanti con tantissime specialità e il pescato del giorno fritto, che potranno smaltire l’indomani con una bella nuotata, una passeggiata dai profumi inebrianti, immersi in uno scenario dalla bellezza indescrivibile. Concludiamo questo itinerario emozionale e sensoriale con i tre menù.

IL PROGRAMMA

Venerdì 26 luglio

Bruschetta, Busiate alla trapanese, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Sabato 27 luglio

Bruschetta, Bucatino con sarde e finocchietto, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Domenica 28 luglio
Bruschetta, Busiate alla Norma, Pesce fritto, Frutta, Cassatella, Vino

Presidi Slow Food:

  • Pomodoro Pizzutello di Paceco
  • Mandorle di Noto
  • Aglio Rosso di Nubia
  • Sale Marino di Trapani
  • Grano Timilia
  • Melone Cartucciaro di Paceco

Dal 26 al 28 luglio

Villaggio Enogastronomico Baia Santa Margherita con degustazione pubblica di 10 euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.