A scuola si studierà la lingua siciliana. Lagalla: "Contiamo di partire a settembre" :ilSicilia.it

L'iniziativa voluta dal governo regionale

A scuola si studierà la lingua siciliana. Lagalla: “Contiamo di partire a settembre”

di
18 Maggio 2018

La lingua siciliana, dichiarata dall’UNESCO, lingua madre, fa il suo ingresso tra i banchi di scuola dell’Isola.

Dopo la decisione del governo regionale, maturata nei giorni delle celebrazioni dello Statuto, l’assessorato all’Istruzione e Formazione professionale sta avviando la fase operativa come conferma l’assessore Roberto Lagalla: “Quasi certamente andrà collocata dentro l’insegnamento di una materia letteraria. Andrà valutato se l’ora dovrà essere aggiunta al consueto orario settimanale o in sostituzione ad altre. Modalità, contenuti e proposte devono ancora ratificati nel dettaglio”

Verrà costituito un tavolo tecnico tra la Regione, le quattro università siciliane, e l’ufficio scolastico regionale.

L’obiettivo  è di partire con la novità della materia supplementare sin dal prossimo anno scolastico che prenderà il via a settembre. Dovrebbe trattarsi di un’ora a settimana: “Saranno previsti ai diversi livelli di insegnamento –precisa l’assessore-  Uno che sia indirizzato alle scuole  primarie e secondarie di primo grado, e un altro di altro tipo di approfondimento che riguardino le scuole superiori”.

L’iniziativa del governo pone dunque un problema specifico che va nella direzione di una decisa considerazione di un patrimonio linguistico di tradizioni e di storia che ha accusato nel tempo un progressivo accantonamento. Adesso toccherà alle scuole e ai ragazzi siciliani, a iniziativa perfezionata, esprimere o meno il loro gradimento.

Il siciliano oltre a tutte le varianti dialettali dell’isola, include i dialetti della Calabria centro-meridionale e quelli salentini ed è correntemente parlato da più di 5 milioni di siciliani. Le varie dominazioni che hanno attraversato la Sicilia nel corso dei secoli hanno lasciato tracce significative anche sotto questo punto di vista. Stanno insieme, sotto la stessa lingua con le sue espressioni,  influenze provenienti dal greco, dal latino, dall’arabo, dal francese, dal catalano, dallo spagnolo e da molti altri idiomi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.