A Siracusa la mostra 'Edipo. Lo sguardo in sé'. Samonà: "Straordinario viaggio interiore attraverso l'arte" :ilSicilia.it
Siracusa

dal 4 giugno al 6 novembre alla Galleria Regionale di Palazzo Bellomo

A Siracusa la mostra ‘Edipo. Lo sguardo in sé’. Samonà: “Straordinario viaggio interiore attraverso l’arte”

di
20 Maggio 2022

 

Il 4 giugno alle 17.30 alla Galleria Regionale di Palazzo Bellomo di Siracusa, diretta da Rita Insolia, si inaugura la mostra “Edipo. Lo sguardo in sé” con opere di una ventina di artisti italiani che offrono la loro interpretazione della figura di Edipo.

La mostra, visitabile fino al 6 novembre prossimo, è stata curata dal Sovrintendente dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico, Antonio Calbi, che ha voluto offrire una lettura di Edipo attraverso lo sguardo di autori moderni e contemporanei di diverse generazioni. Un viaggio attraverso linguaggi, poetiche, canoni espressivi e stilistici diversi che hanno creato un dialogo tra le preziose testimonianze d’arte custodite all’interno della Galleria di Palazzo Bellomo e le opere d’arte contemporanea ispirate all’Edipo, realizzate nel tempo o ispirate dall’esposizione promossa e organizzata dalla stessa Galleria di Palazzo Bellomo con il sostegno dell’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, in collaborazione con la Fondazione INDA e Civita Sicilia.

Edipo da sempre ci invita alla ricerca – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – e ci dà l’occasione per guardare dentro noi stessi. Una figura complessa che mette in luce molteplici caratteri dell’animo umano, l’enigma, l’essere al contempo vittima e protagonista del proprio destino. La mostra ci pone a confronto con una delle figure più enigmatiche e “totemiche” del teatro occidentale che ha attraversato i millenni, preservando la carica della sua complessità e del suo dilemma, ed è un modo per scoprirne il mistero e la potenza attraverso il linguaggio dell’arte“.

In Edipo convivono la volontà degli dei e quella dell’individuo, la malattia, il desiderio passionale, l’incesto, l’omicidio, la paternità, il potere, la tenacia, lo sguardo e la visione, l’autopunizione fino all’autoaccecamento. All’interno delle sale del Museo Bellomo Edipo, una sorta di pre-Amleto arcaico, si fa da tramite in un ideale dialogo fatto di corrispondenze e contrappunti tra la prestigiosa permanente e artisti di fama internazionale come Arnaldo Pomodoro, Mimmo Paladino, Emilio Isgrò, Alfredo Pirri, Gianfranco Notargiacomo e Vettor Pisani, o i siracusani Michele Ciacciofera e Giuseppe Pulvirenti attivi, il primo a Parigi il secondo a Roma, e ancora nomi meno noti ma di grande impatto estetico come il cipriota Vassilis Vassiliades.

In mostra anche le opere di Matteo Basilè e Umberto Passeretti, Corrado Bonicatti (alla memoria) e Hermann Nitsch (alla memoria), i quattro artisti coinvolti nelle campagne di comunicazione delle ultime tre stagioni della Fondazione INDA. Presenti, infine, nomi emergenti come Silvia Giambrone, Stefano Ricci e Nicola Toce insieme ad altri legati al territorio, quali Giovanni Migliara (alla memoria), Stefania Pennacchio, Andrea Chisesi e Alfredo Romano.

Impreziosisce il percorso espositivo il costume disegnato dallo stilista Antonio Marras, una vera e propria scultura di stoffa, per il recente Edipo Re – Una favola nera del Teatro Elfo Puccini di Milano e quello disegnato da Daniela Dal Cin per Edipo Re messo in scena dalla compagnia torinese Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa

La Galleria Regionale di Palazzo Bellomo, nel centro di Ortigia, vicinissima alla piazza del Duomo e alla Fonte Aretusa, è uno straordinario Museo di arte antica che illustra gli sviluppi della cultura figurativa a Siracusa e, più in generale, nell’area sud-orientale della Sicilia. Tra le opere esposte l’Annunciazione di Antonello da Messina, ma anche preziosi dipinti come la Madonna in trono col Bambino tra le Sante Eulalia e Caterina d’Alessandria di Pedro Serra, pittore catalano del quattordicesimo secolo, e due importanti tavole del XV secolo, San Lorenzo e storie della sua vita, detto Retablo di San Lorenzo, e il polittico formato da sei pannelli che rappresentano la Trasfigurazione di Cristo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.