A tavola per la pace, questa la mia ricetta di Natale | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Il Cece unisce musulmani, ebrei e cristiani

A tavola per la pace, questa la mia ricetta di Natale

di
23 Dicembre 2016

Cosa può scrivere d’interessante un cuoco? RICETTE! Esistono ricette stagionali, per le feste, ricette il cui tema può essere religioso, etnico oppure rappresentare uno stile di vita, queste diversità esaltano o demonizzano alcuni ingredienti. il CECE sopravvive a tutte queste e trova spazio in ogni tipo di menù.

Il cece è il più umile, il più rustico dei legumi, coltivato dal Libano alle Americhe, ha sfamato e deliziato miliardi di donne e uomini per millenni e millenni sotto ogni latitudine. Il cece è un figlio della Terra senza grandi pretese, non è abituato a grandi palcoscenici naturali, sta nelle periferie dei terreni poveri, è generoso, regala azoto ai terreni e li arricchisce, resiste alla siccità e non ha grandi esigenze per vivere e crescere.

Nel bacino del Mediterraneo ogni popolo lo consuma da sempre: panelle, farinate, falafel, minestre, zuppe, ma la regina di tutte le ricette a base di ceci resta l’HUMMUS, Salsa deliziosa che unisce nel consenso, musulmani, ebrei e cristiani. Vedendo Aleppo, che ho conosciuto bella, seducente e ricca di misteri con la sua Cittadella dei Cavalieri, devastata, vilipesa con quei bambini con gli occhioni persi nel vuoto ho pensato che non possiamo restare indignati da divano, qualcosa dobbiamo fare!

E che posso fare io cuoco di periferia, senza stelle né alamari, che cucino calamari? Ecco! Mi sono ricordato del mio primo incontro con Renzo Piano in un’aula  universitaria: lui, l’Archistar teneva una conferenza. Non parlava di urbanistica, ma di PACE.

“La PACE non esiste in natura. Va costruita lentamente come una città, e la periferia è il suo cuore. La PACE è un’invenzione d’AMORE e di CONDIVISIONE del COMUNE BENE”. Queste parole e quelle immagini  di una Siria devastata insieme mi spingono dal mio piccolissimo e periferico a costruire. Come posso farlo? Con i miei strumenti, padelle, pentole, piatti! Viviamo in un mondo dove due mostri ODIO e PAURA lottano contro AMORE e CONOSCENZA, ODIO e PAURA generano GUERRAAMORE e CONOSCENZA generano PACE. Ho scelto di stare con questi ultimi e per questo con Voi vorrei promuovere una  TAVOLA PER LA PACE.

Attorno a questo tavolo Tutti, senza distinzione di credo, di razza, di età, di genere; dietro, a cucinare, chi mi vorrà affiancare declinando il CECE simbolo di questa PACE CONDIVISASarei felice se a questa TAVOLA di GALILEA, di PERIFERIA volessero sedere anche coloro che dal CENTRO possono e devono fare molto per #COSTRUIREPACE.

Intanto vi passo la ricetta dell’HUMMUS A MODO MIO. Ingredienti: 250 gr di ceci lessati, due cucchiai di Tahin, il succo di mezzo limone, un cucchiaio di sesamo, prezzemolo abbondante finemente tritato e due foglioline di menta, olio di frantoio e sale q.b.Ponete in un recipiente i ceci lessati, la tahin, il sesamo,il prezzemolo tritato e la menta e bagnateli col succo di limone e l’olio frullate tutto e…PRONTO, ci vuole poco…

Buon appetito dal Vostro #CUOCOPERAMICO

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin