A Trapani in arrivo tremila crocieristi :ilSicilia.it
Trapani

Giovedì 18 ottobre

A Trapani in arrivo tremila crocieristi

di
17 Ottobre 2018

Giovedì, 18 ottobre, il porto di Trapani farà il pieno di navi da crociera. Sono infatti in arrivo le navi Marella Dream, Braemar e Berlin per un totale di tremila crocieristi pronti a “invadere” la città e i dintorni.

Spiega il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti: “Siamo felici di registrare ben tre arrivi contemporaneamente al porto di Trapani, dove è ripartita con forza la voglia di riscatto non solo da parte dell’Autorità di Sistema portuale ma dell’intero cluster marittimo per permettere a questo scalo di riconquistare importanti fette di mercato. Dal canto suo l’Ente prosegue l’opera di riqualificazione infrastrutturale e ricettiva. L’obiettivo del 2019 è quello di potenziare il trend positivo puntando sulle crociere come elemento di sviluppo dei traffici portuali e come opportunità di crescita economica dei territori di riferimento. Già previsto un incremento del 20% sugli approdi del 2019”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.