A Trapani per il "Trophée Bailli de Suffren", la regata di barche d'epoca :ilSicilia.it
Trapani

fino all'1 luglio

A Trapani per il “Trophée Bailli de Suffren”, la regata di barche d’epoca

29 Giugno 2018

Il Trophée Bailli de Suffren, la più grande e prestigiosa regata di barche d’epoca a vela, giunta alla 17esima edizione, da oggi, venerdì 29 giugno, a domenica 1 luglio farà tappa a Trapani, dopo avere toccato i porti di Saint Tropez e Porto Rotondo.

In gara 9 prestigiosi yacht classici che saranno ospitati per il weekend dal Marina “Vento di Maestrale” a Trapani. Le imbarcazioni hanno una dimensione che varia dai 22 agli 11 metrivdi lunghezza. Si tratta di una regata di altura e le tappe sono di riposo al fine di preparare le barche per ripartire. La partenza dal porto di Trapani verso Malta, è prevista per domenica 1 luglio, alle 12.

regata luglio musicaleGli equipaggi, sono di provenienza francese. Il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, accoglierà gli equipaggi, e affiderà loro il messaggio universale della pace e della solidarietà tra i popoli così come della tutela e accoglienza in mare dei profughi. Il messaggio, solcando il Mediterraneo, giungerà a Gozo, a Malta, ultima tappa del prestigioso trofeo, nonché capitale europea della cultura 2018.

La  prima tappa del XVII Trofeo Bailli de Suffren è stata vinta da Olivier Pecoux, sull’imbarcazione Amazon. Subito dietro, sempre nella categoria Classic, ha avuto la meglio Stiren, di Nataf Oren. Nel gruppo degli Spirit of Tradition ha vinto  Ecbatane, di Alain Monier, davanti a Tioga of hamburg, di Peter Tess.

Il Trophée Bailli de Suffren è nato nel 2001 ed è la prima ed unica grande regata di yacht classici del XXI secolo, che tocca quattro dei più affascinanti porti del Mediterraneo, percorrendo 630 miglia da Saint Tropez a Grand Harbour Marina Malta. Il trofeo ha già fatto tappa regata luglio musicalea Trapani negli anni 2006, 2007, 2009, 2012 2013, 2016, 2017.

Oggi pomeriggio, alle ore 19 presso la Marina “Vento di Maestrale”, in via dei Gladioli, a Trapani,  un incontro di presentazione dell’ evento.

Per ottenere ulteriori dettagli è possibile visitare il sito web www.tropheebaillidesuffren.com.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.