16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.37
Palermo

EVENTO ENOGASTRONOMICO E DI INTERESSE NATURALISTICO

A Ventimiglia di Sicilia la 6ª edizione de “I sapori del Feudo di Calamigna”

5 Agosto 2019

Salsiccia, olio, vino ma anche pasta, formaggio, miele, dolci e frutta fresca: domenica 11 agosto Ventimiglia di Sicilia ospita la sesta edizione de “I Sapori del Feudo di Calamigna“, l’evento estivo più atteso in città che unisce il gusto dei prodotti tipici locali a eventi che mettono al centro luoghi di interesse storico e naturalistico.

A partire dalle 19 il centro di Ventimiglia si anima tra stand enogastronomici e spazi espositivi allestiti lungo il corso principale del borgo (via Garibaldi), con la possibilità di visitare il Museo della Montagna e i numerosi luoghi di culto, come la Chiesa Madre con il suo campanile, alla scoperta di curiosità legate alla tradizione religiosa e artistica di Ventimiglia di Sicilia.

 A Ventimiglia di Sicilia "I sapori del Feudo di Calamigna"«Anche quest’anno abbiamo scelto di scommettere sulla riscoperta delle nostre radici come modello di sviluppo e ricchezza» dichiara il sindaco Antonio Rini. «Puntiamo tutto sulle bellezze e sulle prelibatezze che costituiscono il nostro patrimonio enogastronomico, culturale e artistico. Accoglieremo migliaia di visitatori che si affezionano di anno in anno sempre di più a Ventimiglia e alla sua gente».

“I Sapori del Feudo di Calamigna”, infatti, nasce dall’idea di evocare le antiche gesta della potente e nobile famiglia dei Ventimiglia. Si è così pensato ad un evento che legasse insieme storia ed enogastronomia, abbracciando tutti gli aspetti della cultura del luogo.

Cuore della manifestazione sono le degustazioni: tutti pronti, dunque, a immergersi nei sapori del territorio tra panini con salsiccia, olio e vino, circondati da spazi dedicati all’artigianato e alle eccellenze ventimigliesi e dei Comuni limitrofi.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.