A Villa Trabia la benedizione degli animali [FOTOGALLERY] :ilSicilia.it
Palermo

Il piccolo Billy in cerca di una famiglia

A Villa Trabia la benedizione degli animali [FOTOGALLERY]

8 Ottobre 2017
Valerio Albano con Billy

Palermo – Si è rinnovato, a Villa Trabia, l’appuntamento per tutti gli amici degli animali, nella particolare domenica dedicata a San Francesco, loro protettore, e alla consueta benedizione.

L’iniziativa organizzata dall’associazione “Amici degli animali città di Palermo” è giunta alla ventiquattresima edizione. Una calda giornata di ottobre, illuminata dal sole, ha visto la partecipazione di tanti palermitani in compagnia dei loro inseparabili 4 zampe, per confermare  il patto d’amore e fiducia stabilito con gli amici animali. Per l’occasione, infatti, l’indissolubilità del legame è stata sancita attraverso la solenne benedizione di Fra Lorenzo del convento dei francescani di via Terrasanta a Palermo.

«Oggi come in tutte le domeniche del mese è stato allestito un banchetto di informazioni sulle nostre attività di volontariato. – ha spiegato Valerio Albano, coordinatore dei volontari dell’associazione “Amici degli Animali città di Palermo”- I palermitani, che sono venuti a trovarci, hanno potuto usufruire per i loro animali di un consulto medico gratuito, offerto da Alfredo Balsano, medico veterinario che offre la sua consulenza professionale durante questa domenica e anche nei prossimi incontri festivi. È importante, inoltre, ricordare – ha continuato il volontario animalista – che sono le adozioni uno degli obiettivi principali della nostra associazione: oggi Zaira una meticcia di qualche mese ha trovato famiglia, ma è il destino di Billy a farci stare in apprensione. Lui è un cucciolo di appena quattro mesi, abbandonato domenica scorsa a villa Trabia, in cerca di una sistemazione definitiva, un cagnolino socievole di piccola taglia che speriamo trovi presto casa».

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.