Abusivismo Balneare, Savarino: "Presto una nuova legge" :ilSicilia.it

LA PRESIDENTE DELLA IV COMMISIONE ARS

Abusivismo Balneare, Savarino: “Presto una nuova legge”

di
13 Agosto 2019

Giusi Savarino, presidente della IV Commissione legislativa dell’ARS, commenta la necessità di una nuova legge che limiti l’abusivismo balneare: “Le nostre spiagge non possono diventare un far west dove, fuori da ogni regola, qualche furbo delinquente sfrutta la buona fede dei turisti per fare soldi facili. È inammissibile! Ne parlerò con l’assessore di competenza e con il comando della capitaneria di porto per avviare tutti i controlli utili a sventare gli abusivi“.

L’ho detto più volte, – continua l’onorevole –  serve una nuova normativa, seria e dettagliata, nei limiti delle competenze delineate da Roma e Bruxelles, e non norme estemporanee portate direttamente in Aula senza criterio e approfondimenti giuridici, col risultato ovvio di vederle impugnate“.

Questo è un tema importante perché può davvero portare  sviluppo e lavoro. Bisogna emanare una normativa chiara e che riesca sia a rispettare la libera concorrenza, evitando monopoli, sia a garantire la tutela dell’ambiente, e qui penso anche al DDL “Sicilia  plastic free” ancora in attesa del voto finale in aula ed il diritto di avere aree di libero accesso al mare“, conclude la Savarino.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin