Accudire la zia all'indirizzo ignoto e la spesa senza soldi: le strane scuse per violare la zona rossa :ilSicilia.it
Palermo

a mondello

Accudire la zia all’indirizzo ignoto e la spesa senza soldi: le strane scuse per violare la zona rossa

di
23 Gennaio 2021

Anche a Mondello la Polizia ha effettuato una serie di controlli finalizzati a verificare l’osservanza delle misure connesse all’instaurazione della c.d. “zona rossa” e, conseguentemente, delle attuali restrizioni previste dalle autorità nazionali e regionali per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19.

I controlli straordinari effettuati da personale del Commissariato di P.S. “Mondello”, nelle borgate di Mondello e Partanna Mondello, sono stati estesi anche alla zona di Vergine Maria, e sono stati resi necessari anche dall’imminenza del weekend, quando numerosi cittadini potrebbero essere indotti a violare la c.d. “zona rossa” riversandosi nel luogo tradizionalmente deputato alla passeggiata dei palermitani, senza un giustificato motivo.

I controlli hanno portato, nella sola giornata di ieri, alla identificazione, complessivamente, di una quarantina di soggetti di cui 26 (ventisei) sono stati deferiti all’Autorità Amministrativa competente per violazioni amministrative dell’attuale normativa anti-Covid.

Posto che le attuali restrizioni prevedono che ci si possa allontanare dalla propria abitazione solo per ragioni urgenti di lavoro, salute o per raggiungere propri familiari in situazioni di disagio, risibili, poco credibili se non fantasiose appaiono talune ragioni che alcuni cittadini, poi contravvenzionati, hanno addotto per giustificare la loro presenza nella borgata marinara della città.

Invitati a compilare il modello di autocertificazione previsto, vi è stato ad esempio chi ha attestato “di essere intento a raggiungere l’abitazione di una’anziana zia” della quale però non ricordava l’indirizzo, oppure chi ha dichiarato di essere in possesso di una prescrizione medica dimenticata a casa in forza della quale doveva acquistare dei farmaci presso la locale farmacia, adducendo che le farmacie del quartiere nel quale risiede in zona Brancaccio (quindi in zona cittadina diametralmente opposta) fossero tutte chiuse; ancora chi ha riferito, mentre parcheggiava l’autovettura, di essere uscito da un nosocomio della città per recarsi ad acquistare dei farmaci malgrado la farmacia più vicina fosse distante alcuni chilometri dal luogo in cui era intento a parcheggiare la sua autovettura.

Cè stata anche una coppia di fidanzati in ora serale, proprio a ridosso del coprifuoco delle 22:00, colta in effusioni ed in intimità, in via monte Erecta (Montepellegrino).

I fidanzati hanno giustificato la loro presenza in quel luogo riferendo agli agenti candidamente che erano lì per “stare assieme” e ciò malgrado entrambi provenissero da luoghi di residenza e da circoscrizioni comunali diverse rispetto a quelle di Mondello.

Ancora, in ore notturne, è stato fermato e sottoposto a controllo un cittadino sorpreso a passeggiare in via Piano Gallo poiché “non riusciva a prendere sonno”; è scattata anche in questa circostanza l’inevitabile sanzione.

Altri cittadini in pieno giorno è risultato abbiano lasciato la propria abitazione nei quartieri del centro città per recarsi nelle piazze della borgata per “comprare del pesce a Mondello” o farsi una passeggiata nonostante siano risultati risiedere anche in altri comuni come Monreale.

In assenza di motivazioni plausibili, molto spesso i cittadini sottoposti a controllo e in particolare le coppie, hanno dichiarato di “passeggiare con il fidanzato”, ignorando o facendo finta di non sapere che, fin quando permane la zona “rossa”, la (mera) passeggiata non è consentita, tanto più lontana dal proprio quartiere o comune di residenza.

Infine, assai curiosa è stata la risposta fornita agli agenti da un cittadino monrealese contravvenzionato nel tardo pomeriggio: all’atto del controllo ha dichiarato che si stava recando presso un supermercato della zona per “comprare una bevanda” aggiungendo poi “di non aver denaro al seguito per l’acquisto” .

Per le dichiarazioni mendaci o risultate false, i soggetti contravvenzionati rischieranno il deferimento alla locale Procura della Repubblica per falso ideologico e falsa attestazione a Pubblico Ufficiale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Il Principe e il Povero

E proprio vero “u saziu nun po' cridiri o diunu, è facile fare la persona di principio con l’appannaggio annuo di 2.000.000 sterline che ti passa to nonna". Fu a quel punto che comprese l’importanza e la fortuna di essere povero

Politica

di Elio Sanfilippo

Il putiferio palermitano del Pd

Il putiferio all’interno del Partito democratico palermitano pare che sia scoppiato in seguito ad una intervista rilasciata dal segretario Rosario Filoramo accusato di autoreferenzialità, di una gestione accentratrice del partito e, soprattutto, di avere lanciato la sua sindacatura a sindaco di Palermo senza alcuna consultazione e riunione degli organismi dirigenti. 

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti