23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.02
Catania

E' già partito il count down per il secondo appuntamento previsto a luglio

Aci Trezza: record di visitatori alla “Sagra del pesce spada”

13 Giugno 2018

Ancora un record di visitatori per la 29^ “Sagra del pesce spada” di Aci Trezza che si è conclusa domenica scorsa nello Scalo di alaggio. Migliaia di persone si sono riversate nella tre giorni dell’evento nel borgo marinaro per gustare il buon pesce spada del Mediterraneo, cotto alla griglia come da tradizione.

aci trezzaUna grande festa, quella organizzata dalle Commissioni festeggiamenti San Giovanni Battista e Madonna della Buona Nuova con la Confraternita San Giovanni Battista ed il patrocinio del comune di Aci Castello, in cui si è registrato un risultato mai conseguito nell’utilizzo degli ingredienti necessari per soddisfare il palato degli avventori.

Circa 1.500 chili di pesce spada, 300 litri di vino, 100 chili di insalata “a chilometro zero”, oltre 5.000 panini di semola, centinaia di litri di bibite, migliaia di sorbetti sono stati letteralmente consumati in poche ore e neanche l’infausto incontro calcistico, che vedeva impegnata la squadra del Catania, ha frenato la pacifica ondata che fino alla tarda serata di domenica ha voluto degustare il piatto tipico trezzoto e visitare la mostra dell’artigianato locale curata dall’associazione “Nuovi eventi”.

Ed è già partito il count down verso il bis della “Sagra del pesce spada” che si terrà il 20, 21 e 22 luglio, mentre gli organizzatori si dichiarano ampiamente soddisfatti per questo primo appuntamento: “Il dato finale è stato ampiamente oltre le previsioni della vigilia e di questo ne siamo felici. E’ il segno che la sagra piace e che l’organizzazione ha funzionato in tutte le sue componenti, a partire dal piano parcheggi che abbiamo pensato proprio per un più agevole l’arrivo dei visitatori. Una manifestazione che ha fatto registrare anche ottime performance sui canali social, con migliaia di visualizzazioni nelle pagine festasangiovanni.it su Facebook, Twitter, Instagram e Youtube”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.