17 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.16
Palermo

"Il problema è concentrato in Sicilia, Calabria, Campania e Lombardia"

Acque refluee, mille luoghi non in regola. Commissione UE pronta a deferire l’Italia alla Corte di Giustizia

27 Dicembre 2016

Dal Nord al Sud Italia ci sono quasi mille località, da note mete turistiche a grandi città, dove gli impianti fognari non rispettano le norme europee, con rischi per l’ambiente e la salute umana. La situazione, da tempo sotto osservazione da parte della Commissione Ue, rischia, secondo informazioni che arrivano da Bruxelles, di sfociare in un nuovo rinvio davanti alla Corte di giustizia europea e a multe nel 2017, per il mancato rispetto della direttiva del 1991 sulle acque reflue. Il problema è particolarmente concentrato in Sicilia, Calabria, Campania e Lombardia, che contano da sole per i due terzi dei siti non a norma, ma il problema in realtà riguarda tutta Italia, in quanto l’unica regione senza procedure d’infrazione Ue è il Molise, perché scarica le sue acque reflue nelle regioni confinanti.

E’ una vicenda che è stata già messa sotto attenzione dalla Commissione Europea sin dal 2012. Quell’anno la Commissione si accorse che qualcosa negli scarichi del Belpaese non andava. E andò giù pesante censurando il “reflusso” di 109 comuni. Quella contestazione sarà ratificata lo scorso 8 dicembre, quando da Bruxelles comunicheranno che in quel lotto di 109 comuni originariamente non in regola, soltanto 29 avevano superato e risolto il problema. Di quegli 80 luoghi ad alto inquinamento per le acque reflue ben 51 sono collocati in Sicilia.

Così, alla vigilia dell’Immacolata la Commissione europea ha nuovamente deferito l’Italia alla Corte di giustizia dell’UE per la mancata esecuzione della sentenza 2012 sulle acque reflue urbane. Per motivare quella decisione i commissari hanno sostenuto che “le autorità italiane devono ancora garantire che vengano adeguatamente raccolte e trattate in 80 agglomerati del paese, dei  109 oggetto della prima sentenza, al fine di evitare gravi rischi per la salute umana e l’ambiente. A distanza di quattro anni la questione non è ancora stata affrontata in 80 agglomerati, che contano oltre 6 milioni di abitanti in diverse regioni italiane“. La Commissione  ha chiesto alla Corte di giustizia dell’UE di comminare una sanzione forfettaria di 62.7 milioni di euro e propone inoltre una sanzione giornaliera pari a 346.922 euroqualora la piena conformità non sia raggiunta entro la data in cui la Corte emette la sentenza“. Ora i riflettori si accendono di nuovo. E se al primo giro le località italiane sotto tiro era soltanto 109, la Commissione Ue parla di mille luoghi a rischio per l’ambiente e la salute umana.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.