16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.38
Catania

dal 7 al 9 giugno

Ad Aci Trezza ai nastri di partenza la 30ª “Sagra del pesce spada”

6 Giugno 2019

E’ tutto pronto ad Aci Trezza per un week end all’insegna del gusto con la 30^ “Sagra del pesce spada”. Nella cornice marinara dello Scalo di alaggio, venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno, dalle 20 in poi, torneranno protagoniste al centro della scena le tradizionali quattro grandi griglie, che saranno pronte a cucinare migliaia di fettine di “spado”.

Sagra del pesce spada di Aci Trezza

La gustosa pietanza, come sempre, verrà servita dallo stand centrale in un piatto con un contorno di insalata mista a km zero ed accompagnata dal tipico “panino di casa” e da un bicchiere di fresco vino bianco dell’Etna o da una bevanda. Anche quest’anno l’evento più atteso dell’estate trezzota, organizzato dalle Commissioni festeggiamenti San Giovanni Battista e Madonna della Buona Nuova, nonché dalla Confraternita San Giovanni Battista e dall’associazione culturale “U pisci a mari”, con il patrocinio del Comune di Aci Castello, vedrà la concomitante presenza della mostra dell’artigianato e dei prodotti tipici locali coordinata dall’associazione culturale “Nuovi eventi”.

Per l’occasione, intanto, considerata la previsione relativa ad un notevole afflusso di visitatori, per accedere agevolmente alla Sagra gli organizzatori consigliano di fare ingresso ad Aci Trezza con i mezzi privati esclusivamente dal bivio sud (lato Catania), dove si trovano le aree a parcheggio private del “Lido dei Ciclopi”, dell’hotel “Marina palace” e di via Provinciale n° 5, oltre alle aree pubbliche con sosta a pagamento su strisce blu del Porto nuovo e di piazza Marina. Tutte le notizie e le curiosità sulla storica manifestazione culinaria sono già disponibili e saranno in costante aggiornamento sia sul portale web festasangiovanni.it, che nell’omonima pagine “Facebook”, “Twitter” e “Instagram” dove verrà utilizzato l’hashtag #pescespadaacitrezza, mentre da quest’edizione sarà possibile anche ricevere informazioni tramite servizio di messaggistica istantanea con “Whatsapp” inviando un messaggio al numero telefonico 3791016151,dopo averlo salvato sul proprio telefono.

Un fine settimana all’insegna della bontà in una delle borgate marinare più belle della Sicilia.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.