17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.40
Palermo

Si svolgerà sabato 23 marzo

Ad Alia lo spettacolare equinozio di primavera alla Gurfa

22 Marzo 2019

Equinozio di primavera da trascorrere al complesso rupestre Gurfa, ad Alia (PA), per poter osservare a mezzogiorno il suggestivo raggio di luce che colpisce la fossa centrale del pavimento dell’ambiente a Thòlos: segno visibile dell’uso rituale e calendariale dell’ambiente campaniforme.

La manifestazione si terrà sabato 23 marzo 2019 ed è organizzata da BCsicilia, dall’Ordine degli architetti di Caltanissetta, dal Comune di Alia e dall’associazione Rabat.

La locandina dell’evento.

Si inizia alle ore 10,30 con la presentazione dell’iniziativa da parte del dott. Felice Guglielmo, sindaco di Alia, della dott.ssa Maria Pia Pagano, assessore comunale alla cultura, dall’arch. Paolo Loiacono, presidente Ordine architetti di Caltanissetta, della dott.ssa Elisabetta Chimento, presidente BCsicilia sede di Alia e del dott. Alfonso Lo Cascio, presidente regionale BCsicilia.

Alle ore 11,00 visita guidata del complesso della Gurfa a cura del prof. Carmelo Montagna, architetto e storico dell’arte .

A mezzogiorno in punto i raggi solari filtrano attraverso una fessura nella roccia della Tholos e colpiscono esattamente la fossa del Nadir pavimentale.

Alle ore 13, con la degustazione di prodotti tipici locali, si concluderà l’iniziativa promossa per salutare la primavera e osservare il risveglio della natura, segnato dalla luce suggestiva che determina il rinnovarsi ciclico del tempo cosmico.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.