Addio a Christo, l'artista dell'impossibile. Era atteso a Palermo per "La Rosa d'Oro" :ilSicilia.it

quella volta che Guttuso collaborò con lui a Roma

Addio a Christo, l’artista dell’impossibile. Era atteso a Palermo per “La Rosa d’Oro”

di
1 Giugno 2020

L’artista bulgaro Christo Vladimirov Javacheff, noto con il solo nome Christo, è morto, per cause naturali la scorsa notte a New York.

Nella nota diffusa dal suo entourage per comunicare la sua scomparsa si legge: “Christo ha vissuto la sua vita nel modo più pieno, non solo sognando ciò che sembrava impossibile, ma realizzandolo“.

L’annuncio è avvenuto attraverso i suoi canali social.

Christo sarebbe dovuto venire a Palermo il prossimo anno per ricevere il riconoscimento de “La rosa D’Oro“, ideato nel 1984 da Jorge Luis Borges e organizzato dalla libreria Novecento, destinato a personalità che si sono distinte nel panorama mondiale per il loro genio creativo.

Madison Cox, lo scorso maggio a Villa Malfitano, al termine della cerimonia aveva dichiarato il suo ‘successore’ nominando proprio Christo.

Tra i più importanti esponenti della Land Art ovunque è intervenuto ha aggiunto eleganza e delicatezza al paesaggio naturale, così come è stato nel 2016 sul Lago d’Iseo con l’opera The Floating Piers.

Una carriera ultra decennale accanto alla compagna di vita e manager Jeanne-Claude (scomparsa nel 2009) durante la quale ha “imballato e impacchettato” il mondo definendo uno stile inconfondibile sul dictat di non voler “usare chiavi politiche, letterarie o religiose“.

Quest’anno avrebbe dovuto impacchettare l’Arco di Trionfo a Parigi e il progetto rinviato per la pandemia, come reso noto dal suo ufficio in queste ore, è riprogrammato per l’autunno 2021 e sarà la sua opera definitiva.

Oltre all’ultimo intervento del 2016 in Italia Christo aveva realizzato diverse opere: nel 1968, insieme a Jeanne-Claude Christo aveva impacchettato una torre medioevale a Spoleto.

Poi aveva avvolto di spaghi e nastri il monumento a Leonardo da Vinci a Milano e nel 1973 le mura aureliane di Roma (Wrapped Roman Wall); ad aiutarlo allora c’era anche l’artista siciliano Renato Guttuso.

Il messaggio ufficiale del suo ufficio si conclude citando una frase dell’artista, attinta da una lettera del 1958 nella quale Christo scrisse: “La bellezza, la scienza e l’arte trionferanno sempre”.

Sintesi ineccepibile della sua vita.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.