Aeroporti, cresce il traffico negli scali dell'Isola. Ma Birgi affonda :ilSicilia.it
Banner Bibo

I dati diffusi da Assaeroporti per il 2016

Aeroporti, cresce il traffico negli scali dell’Isola. Ma Birgi affonda

di
19 Gennaio 2017
birgi-ryanair

Le compagnie low cost trainano gli aeroporti siciliani. Crescono Palermo e Catania, mentre è in flessione lo scalo trapanese di Birgi. È quanto emerge dai dati diffusi da Assoaeroporti. A Palermo il traffico passeggeri complessivo ha raggiunto quota 5,3 milioni con l’incremento dell’8,5% sul 2015. Per i voli la crescita è stata del +5,8%. Buoni numeri anche per Catania con oltre 7,9 milioni di passeggeri e una crescita percentuale a due cifre: +11,38% (nel 2015 i viaggiatori erano stati 7.105.487). Comiso ha raggiunto i 459.865 passeggeri totali (circa 87 mila in più rispetto al 2015) con una crescita del 23,3%. A Trapani passeggeri in flessione a quota 1,15 milioni (in calo del 3,7%).

 

Aeroporto Catania

Fontanarossa si piazza così al 6° posto della classifica diffusa da Assaeroporti, mentre il “Falcone e Borsellino” al 10° posto. A Fontanarossa Ryanair si conferma la prima compagnia con due milioni di passeggeri, seguita da Alitalia con 1,8 milioni di passeggeri; mentre Easyjet si piazza al terzo posto con 90o mila passeggeri. Il collegamento che ha registrato più traffico è stato quello tra Catania e Roma Fiumicino, con 2.054.582 passeggeri lungo tutto il 2016. Seguono Linate con 695.543 e Malpensa con 496.239. Tra i collegamenti internazionali, invece, 1° posto figura Londra, seguita da Parigi e Malta.

aeroporto

Anche a Punta Raisi Ryanair è la prima compagnia (+13%, 2,3 milioni di passeggeri); cresce dell’1,6% Alitalia, mentre Volotea ha quasi raggiunto il podio al 3° posto. «Numeri estremamente positivi – commentano Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta, presidente e amministratore delegato della Gesap, la società di gestione dello scalo palermitano – . Presto ci sarà l’apertura della terza check-in area arrivi, con 10 nuovi banchi. Un’altra opera che aggiunge modernità al terminal».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin