Aeroporto di Catania: Ryanair riprende i collegamenti con 25 rotte per l'estate 2020 :ilSicilia.it
Catania

Lo annuncia la compagnia aerea low cost

Aeroporto di Catania: Ryanair riprende i collegamenti con 25 rotte per l’estate 2020

di
24 Giugno 2020

La compagnia aerea low cost Ryanair, oggi 24 giugno, ha annunciato la ripresa dei collegamenti da e per l’aeroporto di Catania, con il ripristino dei voli, già operativi dal 21 giugno, su Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Milano Bergamo, Bologna, Perugia, Venezia, Torino, Cagliari, Pisa e Trieste.

Inoltre, dal 1° luglio Ryanair incrementerà ulteriormente il numero di rotte e la loro frequenza, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020.

Con l’allentamento delle restrizioni negli spostamenti, la voglia di viaggiare si fa sempre più forte, come confermano i recenti dati di traffico sul nostro sito. L’Italia risulta essere tra le destinazioni turistiche più ricercate dai visitatori europei e tra gli utenti italiani tra le mete più popolari, oltre al Bel Paese, ci sono sicuramente Malta, Germania, Paesi Bassi, Grecia, Belgio, Ungheria, Polonia, Spagna, Francia, Marocco, Ucraina.

Ryanair è lieta di ricominciare a collegare Catania con il resto dell’Europa, permettendo a tutti i viaggiatori di trascorrere una piacevole vacanza alla scoperta dei capolavori artistici dell’area, che offre, inoltre, invitanti percorsi gastronomici e una costa meravigliosa.

La ripresa dei collegamenti, oltre a sostenere l’economia e il turismo regionale da cui dipendono migliaia di posti di lavoro, offrirà anche l’opportunità di favorire i flussi di passeggeri business e leisure dall’aeroporto di Catania verso le altre regioni italiane, con collegamenti diretti tutto l’anno, e verso le più importanti e gettonate destinazioni europee.

L’operativo da e per l’aeroporto di Catania include in tutto 25 rotte, di cui 10 nazionali – Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Milano Bergamo, Bologna, Pisa, Torino, Perugia, Trieste, Venezia, Cagliari e 15 internazionali – Malta, Berlino-Schönefeld, Francoforte, Eindhoven, Atene, Bruxelles National, Budapest, Cracovia, Katowice, Madrid, Marsiglia, Marrakech, Siviglia, Rhodi, Kiev-Boryspil’.

Chiara Ravara – Head of International Communications di Ryanair – ha dichiarato: Ryanair è lieta di annunciare che verranno ripristinate ben 25 rotte da e per l’aeroporto di Catania, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. I collegamenti con 10 di queste, saranno operativi già da fine giugno. Siamo fieri di poter riprendere i collegamenti per l’estate 2020 e di contribuire alla ripresa dell’economia e del turismo regionale, permettendo a parenti ed amici di ricongiungersi e a milioni di turisti, nazionali ed internazionali, di scoprire il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese e dell’Europa”.

Quello di Ryanair è senz’altro un gradito ritorno e un segnale di ripartenza atteso da tanticommenta l’amministratore delegato di SAC, Nico Torrisi – Siamo contenti per la ripresa dei voli per numerose destinazioni e per l’annunciata volontà di aumentare rotte e frequenze, che risponde a un’esigenza dei siciliani e di tutti coloro che intendono visitare la Sicilia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.