Aeroporto Trapani Birgi: fino a settembre torna il volo per Torino :ilSicilia.it
Trapani

DAL 15 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE

Aeroporto Trapani Birgi: fino a settembre torna il volo per Torino

di
15 Giugno 2019

Riprende da oggi, sabato 15 giugno, il volo Trapani-Torino. A comunicarlo è il presidente di Airgest, società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, avvocato Paolo Angius.

«Ritorna una tratta – spiega il presidente Angius – che ha trasportato nell’anno 2018 ben 31.135 passeggeri. Il coefficiente di riempimento del volo ha registrato un andamento crescente che, in pochi mesi, dal 42% ha raggiunto la soglia del 70%. Con un incoming maggiore dell’outgoing e quindi una buona spinta al turismo del territorio trapanese».

Le tratte del Trapani Torino nel dettaglio e durata

Gestito dalla compagnia Blue Air, con la durata di un’ora e quaranta circa, avrà quattro frequenze settimanali. Nel dettaglio si volerà il lunedì, mercoledì e sabato con partenza alle 18.50 da Torino con arrivo a Trapani alle 20,30 e ripartenza alle 21.15 e arrivo nella città piemontese alle 22.55. La domenica, invece, parte da Torino la mattina alle 7.30 e arriva a Trapani alle 9.10, riparte alle 9.55 per arrivare a destinazione alle 11.35.

La tratta sarà mantenuta fino al prossimo 30 settembre per maggiori dettagli e variazioni si può consultare il sito del vettore www.blueairweb.com.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.