Agenti in borghese e auto civetta, via al piano del Comune contro le lucciole nelle strade del sesso :ilSicilia.it
Palermo

La mappa dei controlli

Agenti in borghese e auto civetta, via al piano del Comune contro le lucciole nelle strade del sesso

di
23 Gennaio 2018

PALERMO. Guerra aperta alle lucciole. Il Comune di Palermo sarebbe stato “strigliato” dal Prefetto Antonella De Miro e il sindaco Leoluca Orlando costretto ad “alzare la voce” ordinando al nuovo comandante della polizia municipale di effettuare dei controlli mirati al Parco della Favorita, da sempre terreno prediletto per le prostitute della città.

Ma non solo: da ieri (22 gennaio) al prossimo 4 febbraio i caschi bianchi presidieranno anche il quadrilatero della Marina, tra via Crispi–Foro italico–via Lincoln–via Roma; più la via Libertà e in viale Regione nel tratto compreso tra via Basile e corso Calatafimi, fino al parcheggio Basile. Saranno impegnati agenti in borghese, “in abiti civili e auto civetta”.

Meglio tardi che mai. Finalmente il sindaco Orlando si è svegliato dal suo lungo sonno e ha dato disposizioni alla polizia municipale di fare accurati controlli per contrastare la prostituzione”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc, che prosegue: “Diceva qualcuno che a pensar male si fa peccato ma spesso s’indovina. E così, nei corridoi dei palazzi comunali, si sussurra che, nel corso di una tempestosa riunione in Prefettura, Orlando sia stato duramente redarguito dal prefetto e da qui sia nata l’ordinanza trasmessa al neo comandante dei vigili urbani Gabriele Marchese, che ha già ordinato ai suoi di pattugliare sia il Parco della Favorita che tutte le strade, soprattutto del centro storico, che tradizionalmente ospitano il tristissimo spettacolo della prostituzione. E’ da tempo, troppo tempo, che tutti sanno quello che avviene sotto i nostri occhi, ma nessuno finora ha potuto, o voluto, fare qualcosa di concreto. Adesso, quest’ennesima iniziativa di Orlando, che mi auguro non resti l’ennesimo proclama ai quattro venti, una prassi alla quale il sindaco ci ha ormai abituato. Contrastare la prostituzione significa soprattutto liberare le tantissime vittime, creare delle regole certe, come avviene in molti altri paesi civili, facendo in modo di eliminare un sistema di criminalità, che prospera da sempre alla luce del sole. E’ arrivato il momento di dire finalmente basta”.

Dopo questi 15 giorni di monitoraggio e “guerra” alle lucciole, i vigili dovranno riportare gli esiti dei controlli notturni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.