Aggressione al pronto soccorso di Vittoria, Dipasquale: “No slogan razzisti, ma soluzioni concrete” :ilSicilia.it

La dichiarazione

Aggressione al pronto soccorso di Vittoria, Dipasquale: “No slogan razzisti, ma soluzioni concrete”

di
23 Ottobre 2021

“Gli episodi di violenza nei pronto soccorso siciliani, ultimo dei quali all’ospedale di Vittoria, non sono una novità e, purtroppo, sono fenomeni sempre più diffusi e frequenti. Resto basito nel leggere quale soluzione al problema il rimpatrio dei colpevoli, si tratta di una posizione chiaramente filosalviniana, che serve solo come azione repressiva e punitiva che agisce a fatto avvenuto e non previene proprio nulla ”. Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico, commentando quanto accaduto ieri sera al pronto soccorso dell’Ospedale Guzzardi di Vittoria e le reazioni di una certa parte politica.
“La Lega – continua il parlamentare ibleo – se avesse a cuore davvero gli interessi dei medici e degli infermieri siciliani tutti, e non soltanto di quelli chiamati al voto di domenica e lunedì, avrebbe già da tempo dovuto mettere da parte la propaganda becera e proporre al Governo Musumeci, di cui ricordo fa parte, l’istituzione del servizio di vigilanza armata h24 in tutti i presìdi sanitari dell’Isola, cosa già da tempo proposta e mai attuata. Suggerisco ai rappresentanti della Lega, semmai, di raccordarsi con l’assessore Razza e spingere in questa direzione”.
“Come mai – chiede Dipasquale – la Lega non è intervenuta in occasione di episodi analoghi con protagonisti nostri connazionali? Ricordo il caso, risalente a circa un mese e mezzo fa a Enna, di un uomo vittima di un pestaggio in un locale e poi raggiunto dagli aggressori perfino dentro l’ospedale. O ancora, sempre un mese fa, in un pronto soccorso, è finita a “testate” tra un giovane e un poliziotto. Solo che il giovane era di Augusta e il pronto soccorso era quello di Siracusa. Guarda caso si tratta di episodi nei quali non sono coinvolti stranieri e avvenuti in comuni i cui cittadini non stanno andando al voto”.
“Rivolgo la mia massima solidarietà al personale dell’ospedale di Vittoria – conclude Dipasquale – augurando una pronta guarigione a chi è rimasto ferito, nella speranza che in futuro la vigilanza armata possa finalmente essere istituita in tutti gli ospedali siciliani scoraggiando i malintenzionati e dando al personale sanitario la necessaria serenità mentre svolge il proprio delicato lavoro”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro