Agrigento, governo Musumeci finanzia riqualificazione del porticciolo di San Leone :ilSicilia.it
Agrigento

la decisione

Agrigento, governo Musumeci finanzia riqualificazione del porticciolo di San Leone

di
22 Settembre 2021

Il porticciolo di San Leone ad Agrigento verrà sistemato e riqualificato. La decisione, adottata dal governo Musumeci nell’ultima seduta, è stata comunicata stamane dal presidente della Regione al sindaco del Comune Francesco Miccichè, nel corso di un incontro a Palazzo Orleans. Il governatore ha anche assicurato di seguire con attenzione la procedura del progetto per la riqualificazione della rete idrica. Per il porticciolo ci sono a disposizione un milione e duecentomila euro e gli uffici del Genio civile di Agrigento, diretti dall’architetto Salvatore La Mendola, hanno già provveduto alla redazione del progetto esecutivo per i “lavori di riqualificazione dell’area portuale e il ripristino della mantellata del muro paraonde del molo di ponente“.

La struttura portuale, costruita negli anni ’80 e dedicata a Papa Leone II di origini siciliane, dista pochi chilometri dalla Valle dei templi e dalle bellezze storico-artistiche della città e offre la possibilità di ormeggio a 250 imbarcazioni di piccole e medie dimensioni.
A seguito delle forti mareggiate del 2018 e del 2019, la banchina di ponente ha subito gravi danni. La furia del mare, infatti, ha rovinato la barriera frangiflutti, il muro paraonde, la pavimentazione, le ringhiere parapetto e parte del sistema d’illuminazione. Nonostante gli interventi di dragaggio effettuati dalla Regione negli anni scorsi, inoltre, si è riproposto un considerevole insabbiamento di una parte del molo che rende impossibile la navigazione.
Il progetto approvato mira appunto a intervenire in queste aree che costituiscono un punto nevralgico per gli utenti del porticciolo e per quanti frequentano i due chioschi che si trovano sulla banchina del molo di ponente a ridosso del muro paraonde.

Vogliamo garantire – sottolinea l’assessore alle Infrastrutture, Marco Falcone prima di ogni altra cosa, l’incolumità pubblica, ripristinando le condizioni minime di sicurezza dell’attracco delle imbarcazioni e di quanti frequentano i chioschi. Ma anche riqualificare l’intera area portuale con un nuovo parcheggio per auto, il completamento dell’illuminazione esterna, così da rendere possibile la passeggiata anche durante le ore serali, e la ristrutturazione degli immobili destinati a servizi igienici”.
Il progetto è firmato dall’architetto Carmelo Sorce e dal geometra Salvatore Failla, con la collaborazione di Isidoro Curaba e di Carmelo Seidita. Responsabile unico del procedimento è il geometra Francesco Mirabelli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin