Ai Rom i beni confiscati alla mafia, Spallitta: "Il Comune di Palermo viola le norme" :ilSicilia.it
Palermo

Le direttive dell'Ue impongono l'obbligo di organizzare dei campi attrezzati

Ai Rom i beni confiscati alla mafia, Spallitta: “Il Comune di Palermo viola le norme”

di
13 Agosto 2018

Ritengo che i beni confiscati alla mafia non possono essere assegnati ai componenti della comunità dei nomadi di Palermo perché sarebbe in contrasto con le disposizioni di legge e con il regolamento comunale relativo alla gestione di questi immobili“, a dirlo è l’avvocato Nadia Spallitta, già vice presidente vicario del Consiglio comunale di Palermo, esponente della sinistra.

Secondo il regolamento – sottolinea – i beni confiscati alla mafia possono essere utilizzati per fini sociali solo a seguito di un apposito bando e secondo criteri oggettivi e predeterminati. E possono essere assegnati a soggetti che abbiano progetti e proposte e progetti nel settore del sociale.

Per i beni con destinazione residenziale, invece, gli stessi possono essere assegnati attingendo esclusivamente alla graduatoria dell’emergenza abitativa. L’obbligo dell’amministrazione comunale è quindi quello di assegnare all’emergenza abitativa tutti gli immobili confiscati alla mafia utilizzabili per fini residenziali.

Con riferimento alla comunità Rom, l’obbligo, che nasce anche da direttive europee, è quello di organizzare campi attrezzati, muniti di adeguati servizi, presso i quali possano risiedere i nomadi, nel rispetto delle propria tradizioni culturali“.

In questa vicenda – osserva Spallitta – l’amministrazione comunale sta violando, contemporaneamente, le disposizioni sull’uso dei beni confiscati e le norme europee che impongono la creazione di campi attrezzati per le comunità nomadi, dei quali il Comune di Palermo avrebbe dovuto essere dotato. Tra l’altro, esiste anche un apposito regolamento sulla disciplina di tali campi, con un ufficio responsabile. E’ quindi inspiegabile come l’amministrazione comunale non proceda con regolarità a consegnare gli immobili utilizzando la graduatoria dell’emergenza abitativa e, contemporaneamente, non si sia dotata in tutti questi anni di strutture e servizi per accogliere garantire la comunità rom“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.